menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I dirigenti della polizia Moschini e Migliorini in conferenza stampa

I dirigenti della polizia Moschini e Migliorini in conferenza stampa

Rissa Gorghense-Burano: Daspo per presidente e Ultras

Protagonisti della vicenda il presidente della Gorghense e un tifoso del Burano durante la partita valida per i playoff Promozione

GORGO AL MONTICANO - Si erano azzuffati ancora domenica 6 aprile durante la partita di 1^ Categoria delle ore 15 tra la Gorghense  e il Burano valida per i play-off Promozione, ma solo negli ultimi giorni è scattato per loro il Daspo che gli obbligherà per ben due anni a non avvicinarsi a stadi o altre manifestazioni sportive.

Protagonisti della vicenda il presidente della Gorghense, il 50enne V.M., e il 54enne B.C. di Burano. I due infatti, secondo la ricostruzione delle forze dell'ordine, sarebbero venuti alle mani durante il primo tempo supplementare della partita quando ormai il Burano era sullo 0-1. Secondo i testimoni della scena, la causa della zuffa sarebbe stata un brutto fallo di gioco al 91' che portava all'espulsione di un giocatore. Da quel momento dagli spalti sarebbero piovuti insulti e oggetti in direzione di entrambe le squadre, creando un principio di parapiglia sia sulle tribune che in campo tra i giocatori. Addirittura la sorella del giocatore espulso, una volta avvicinatasi alla recinzione che divideva il campo dalla curva, si sarebbe sentita male, svenendo a causa del trambusto che si stava creando. 

La situazione ha poi continuato a degenerare finchè un tifoso non è stato colpito alla testa con un oggetto contundente, costringendo l'arbitro ad interrompere il match e l'ex sindaco di Gorgo al Monticano (fratello del presidente della squadra di casa) a chiamare i carabinieri. Successivamente, dai controlli dei militari è risultato che a causare la zuffa erano stati il presidente della Gorghense e un tifoso del Burano: per entrambi è quindi scattato un Daspo biennale con obbligo di firma che li costringerà, tra le altre cose, a presentarsi rispettivamente nelle caserme di Oderzo e Venezia 20 minuti prima e 20 minuti dopo ogni singola partita del loro club. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento