I Rangers fermano un malvivente in centro a Preganziol

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Ieri sera alle ore 22:40 circa, una GPG Rangers, durante un pattugliamento di routine in centro a Preganziol, notava un individuo con un cappuccio in testa intento a spostare alcune fioriere davanti ad una gioielleria. Insospettito, il Rangers scendeva a controllare ed il soggetto, non ben identificato, andava in escandescenza, colpendo prima i tavolini e sedie del bar accanto alla gioielleria, poi lanciando alcuni oggetti agli automobilisti di passaggio ed inveendo contro il Rangers. Quest' ultimo, allertava telefonicamente i Carabinieri e, nel frattempo, tentava di calmare il soggetto distraendolo e cercando di evitare lo scontro fisico.

Dopo qualche minuto, l'uomo, probabilmente sotto l'effetto dell'alcool o sostanze stupefacenti , si scagliava contro il Rangers, che riusciva a mettersi al sicuro all'interno dell'auto di servizio. Successivamente, il malvivente estraeva un grosso coltello da 25 cm. col quale sferrava 19 coltellate, calci e pugni alla vettura, che riportava ingenti danni.

Successivamente, arrivavano sul posto 2 autopattuglie dei Carabinieri che, con l'ausilio del Rangers, riuscivano a trarre in arresto il soggetto.

La GPG, su richiesta dei Militari, si recava presso il Comando della Stazione dei Carabinieri di Mogliano Veneto per i verbali di rito e la constatazione dei danni che la vettura e le dotazioni aziendali avevano riportato. Infine, il Rangers veniva accompagnato dal Responsabile di filiale presso l'Ospedale di Treviso per sottoporsi ad una visita medica di controllo, dalla quale non emergevano traumi.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento