rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Castelfranco Veneto

GRAnDE è giovane: visita fuori programma al Festival da parte di tre classi delle medie

Sabato sono state accolte dal sindaco di Vedelago, Cristina Andretta, tre classi seconde della scuola media di Vedelago accompagnate da quattro docenti

CASTELFRANCO VENETO Grande è giovane: è un sabato mattina che ha visto protagonisti i ragazzi, quella conclusasi a Castelfranco Veneto nell’ambito del GRAnDE Festival, la tre giorni dedicata alla grafica e al design in scena fino a domenica nelle città del Giorgione. Inaugurata venerdì sera al teatro Accademico, alla presenza di Federico Frasson, Presidente dell’associazione GRAnDE, dei sette sindaci dell’IPA che hanno collaborato alla realizzazione, del testimonial Lorenzo Marini, dei docenti dell’Istituto Rosselli di Castelfranco Veneto, e di molti altri ospiti che hanno sostenuto la manifestazione, il GRAnDE Festival ha visto nella mattinata di sabato un piacevole fuori programma.

Alle 10, infatti, sono state accolte dal sindaco di Vedelago, Cristina Andretta, tre classi seconde della scuola media di Vedelago accompagnate da quattro docenti: Paola Pozzobon, Maggiotto Massimo, Maria Casella e Federica Pellizzari. I ragazzi, guidati da tre studentesse dell’Istituto Rosselli, hanno fatto visita alla Torre Civica dove è allestita la mostra #sostenibilitàpositiva, al Museo Casa Giorgione, dove sarà inaugurata la mostra ARTYPE di Lorenzo Marini, ed il mercatino dentro alle mura della città dedicato al graphic design alla sostenibilità: un percorso per avvicinarsi al mondo della grafica e del design, anche in vista del successivo percorso formativo che i ragazzi sono chiamati a scegliere entro l’inizio del prossimo anno.

Commenta il sindaco di Vedelago, Cristina Andretta: “GRAnDE Festival è una grande opportunità non solo per i professionisti e gli amanti del mondo della grafica e del design ma anche per i nostri ragazzi impegnati nello studio. E’ per questo che abbiamo voluto proporre questa visita ai ragazzi delle seconde medie di Vedelago che proprio in questo periodo stanno valutando le varie opportunità formative e, tra queste, la grafica non può essere esclusa. E, sebbene molti siano convinti per imparare la grafica significhi andare a Milano, in realtà la Castellana dispone dell’Istituto Rosselli che è un ente di formazione di grande qualità e di una tradizione professionale che è emersa proprio grazie al Festival per cui a partire dalla storia delle Grafiche Trevisan, ha creato nei decenni centinaia di addetti ai lavori e moltissime agenzia che si occupano di grafica e creatività. E dopo la scuola questo territorio offre anche opportunità lavorative, sono emerse più di 100 realtà del mondo della comunicazione proprio grazie al Festival”.

La seconda parte della mattinata si è svolta invece proprio all’Istituto Rosselli dove è stata inaugurata la mostra “Il manifesto della sostenibilità” che raccoglie una parte dei 170 manifesti provenienti da 9 scuole (Bolzano, Trento, Bergamo, Vicenza, Schio, Treviso, Padova, Rovigo e Castelfranco Veneto) nell’ambito del concorso rivolto agli alunni delle scuole secondarie di secondo grado ad indirizzo grafico di tutto il territorio nazionale. Un concorso ideato per valorizzare ed avvicinare le istituzioni scolastiche degli indirizzi di grafica presenti nei diversi percorsi dell’istruzione secondaria alle tematiche attuali affrontate dalla sostenibilità, tema della prima edizione di GRAnDE.

I lavori presentati ed esposti in mostra sono divisi in due sezioni: educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti ed uguaglianza di genere ed emancipazione femminile. I vincitori del concorso sono stati premiati venerdì sera nel corso della presentazione del Festival al Teatro Accademica.

Per la prima sezione:

1^ classificata Anna Scarfiello del liceo artistico “F. Depero” di Rovereto (TN);

2^ class. Michela D'Angelo del liceo artistico “F. Depero” di Rovereto (TN);

3^ class. Petra Ravera del liceo delle scienze umane e artistico “G. Pascoli” di Bolzano.

Per la seconda sezione:

1^ class. Valentina Gentile del liceo delle scienze umane e artistico “G.Pascoli” di Bolzano;

2^ class. Martina Piccolo dell' I.S.I.S.S. “Carlo Rosselli” di Castelfranco Veneto;

3^ class. Sofia Malossini del liceo artistico “F. Depero” di Rovereto (TN).

Conclude il preside dell’Istituto Rosselli, Enrico Ghion: “Il ruolo dell’Istituto è stato quello di portare fuori dalle mura scolastiche tutte quelle abilità, competenze e soprattutto la creatività dei nostri giovani. Quello da loro realizzato scuola dà la misura di, non solo quanto può essere creativo il mondo scolastico, ma anche di quanto si stato forte il contributo dei ragazzi nella realizzazione di molti eventi del Festival guidati dalle quattro 4 docenti che hanno organizzato la manifestazione attraverso l’associazione GRAnDE ma anche da circa gli altri venti docenti che hanno accompagnato i quasi cento ragazzi che hanno lavorato per il festival”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

GRAnDE è giovane: visita fuori programma al Festival da parte di tre classi delle medie

TrevisoToday è in caricamento