Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Protagonista della vicenda un 41enne pregiudicato. L'uomo ha tentato di truffare il titolare di un bar di Revine Lago non pagando le schedine che aveva giocato senza successo

In foto una pattuglia di carabinieri di Cison di Valmarino

I carabinieri di Cison di Valmarino hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso O.M., 41enne pluripregiudicato residente a Giavera del Montello. L'uomo è accusato di insolvenza fraudolenta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì 2 dicembre, trovandosi in un bar di Revine-Lago gestito da un amico, l'uomo si è fatto consegnare una serie di gratta e vinci di vario taglio per un importo complessivo di 420 euro. Dopo averli grattati, senza vincere nulla, alla richiesta del titolare di saldare il pagamento dei biglietti acquistati, O.M. ha provato a raggirarlo riferendogli che avrebbe saldato il tutto dopo aver prelevato al vicino bancomat il denaro necessario. Tuttavia, una volta uscito, O.M. non si recava allo sportello bancomat ma si dava alla fuga, allontanandosi a piedi. Il titolare, accortosi della circostanza, ha chiamato il 112. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Stazione di Cison di Valmarino che, dopo essere stata informata sulla dinamica della truffa, ha iniziato le ricerche, rintracciando O.M. in via Roma a Revine Lago, non molto distante dal bar dove aveva tentato la fortuna senza saldare il debito. Al termine delle procedure di identificazione, il 41enne è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento