rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022

Lotta allo spaccio, 800 interventi in quattro anni: premiato il cane-finanziere Escor

In quattro anni di servizio uno splendido esemplare di pastore tedesco grigione, di sei anni e mezzo, componente del nucleo mobile del gruppo di Treviso della Guardia di Finanza, ha portato a denunciare 72 persone, 13 delle quali arrestate, e a segnalare alla Prefettura 728 consumatori di sostanze stupefacenti

Tra il 2018 e il 2022 ha partecipato a 800 missioni durante le quali ha permesso di scovare un quantitativo incalcolabile di droghe di vario tipo, portando alla denuncia di 72 persone, 13 delle quali arrestate, con 728 segnalati alla Prefettura di Treviso come assuntori di sostanze stupefacenti. Sono i numeri eccezionali di Escor, uno splendido esemplare di pastore tedesco grigione, di sei anni e mezzo, componente del nucleo mobile del gruppo di Treviso della Guardia di Finanza. In occasione della festa per il 248° anniversario dalla fondazione delle fiamme gialle è arrivato il giusto riconoscimento per lui e la sua guida, l'appuntato scelto Ilenio Valenti che da oltre quattro anni lo affianca.

Un cane che è nato già come finanziere. «Abbiamo un centro di allevamento e addestramento a Castiglione del Lago, in provincia di Perugia -spiega la guida di Escor- li si addestrano, vengono scelti in base ad alcune peculiarità, disponibilità al gioco, il fatto di poter stare in mezzo alle persone perchè il nostro è soprattutto un lavoro a contatto con la gente. I suoi ambiti di servizio sono l'aeroporto, le stazioni, le autostazioni, appostazioni e anche su strada». Escor è stato premiato per il suo stato di servizio: si è distinto in decine di operazioni di servizio.

Come segnala se qualcosa non va? «Tramite la segnalazione, il cane viene addestrato attraverso il gioco -racconta Valenti- il cane si deve divertire durante la ricerca e quando segnala: o si mette seduto oppure un ambiente in cui c'è tanto passaggio, come l'aeroporto o la stazione, segue la persona e si siede davanti questo ci fa capire che è meglio controllare, c'è qualcosa di strano».

Escor, il super-cane terrore dei pusher

Escor può segnalare la presenza di sostanze stupefacenti sia “leggere”, come hashish e marijuana, che “pesanti”, come cocaina, eroina e alcune droghe di tipo sintetico, anche se abilmente occultate su mezzi di trasporto, all’interno di bagagli e di merci, sulle persone, all’interno di abitazioni e in altri luoghi in cui il cane ha la possibilità di accedere. Nel corso di poco più di quattro anni, Escor ha portato a buon fine 800 interventi, che hanno
consentito di denunciare 72 trafficanti e spacciatori, di cui 13 arrestati, e di segnalare alle Prefetture ben 728 consumatori. Da ricordare che lo scopo dell’impiego dell’unità cinofila non è solo di carattere repressivo, ma il più delle volte assume carattere deterrente: ne sono la prova le frequenti esibizioni che Escor e il suo conduttore svolgono nelle scuole o in occasioni di manifestazioni, giornate della legalità, fiere, nel corso delle quali, oltre a far vedere dei semplici esercizi di ricerca su cose o persone, si parla con i cittadini, con particolare riguardo alle fasce giovani, dei rischi connessi all’assunzione di droghe.

k-11

2-44-25

Video popolari

Lotta allo spaccio, 800 interventi in quattro anni: premiato il cane-finanziere Escor

TrevisoToday è in caricamento