rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Hotel assediato dagli hacker, chiesto riscatto da 50mila dollari

Un noto albergo trevigiano ha subito un attacco informatico che ne ha mandato in tilt il sistema delle prenotazioni. Episodi come questo, nella Marca, stanno crescendo esponenzialmente

Un attacco informatico, un noto hotel trevigiano e un riscatto da 50mila dollari. Sono gli ingredienti di un giallo su scala internazionale sul quale stanno indagando gli agenti della polizia postale di Treviso.

L'intricata storia ha inizio qualche settimana fa. Ignoti sono riusciti a violare il sistema di gestione delle prenotazioni di una nota struttura, mandandolo in tilt, per poi chiedere un esoso riscatto via e-mail da un indirizzo IP riconducibile niente meno che all'Indonesia.

Il programma dell'hotel è stato ripristinato e tutto è tornato alla normalità, ma l'attacco dei pirati informatici ha creato non pochi disagi alla struttura.

La disavventura dell'albergo, emersa giovedì durante il secondo appuntamento del Forensics roadshow 2013 organizzato dall'azienda Yarix di Montebelluna, porta all'attenzione un fenomeno in preoccupante crescita.

Se nel 2011 nel Trevigiano gli attacchi ai danni delle aziende furono solo due, nel 2012 sono stati 12 e nella prima parte dell'anno in corso si è verificata un vero e proprio boom: una media di un sabotaggio informatico a settimana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hotel assediato dagli hacker, chiesto riscatto da 50mila dollari

TrevisoToday è in caricamento