rotate-mobile
Cronaca

Istituzioni ad Home Festival: "orgogliosi di ospitare un evento di livello europeo"

I maggiori enti pubblici regionali e provinciali danno il proprio saluto ad Home Festival 2017 prima dell’inizio dell’ottava edizione. Ecco le loro dichiarazioni...

TREVISO I maggiori enti pubblici regionali e provinciali danno il proprio saluto ad Home Festival prima dell’inizio dell’ottava edizione. Le dichiarazioni intere e le lettere di benvenuto di Luca Zaia, presidente della Regione Veneto; Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso; Giovanni Manildo, sindaco di Treviso; Mario Pozza, presidente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno e Gianni Garatti, presidente del Consorzio di promozione turistica della Marca di Treviso e di Aer Tre sono tutte pubblicate sul sito di Home Festival, qui sotto alcuni passaggi dei loro interventi

LUCA ZAIA, PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO: “Durante la temperie medievale, la città di Treviso era conosciuta per il suo castello d’amore, manifestazione capace, già allora, di riunire tutti i giovani delle città venete in un clima di festa, gioia e divertimento tali da attribuire alla Marca trevigiana l’appellativo di “gioiosa et amorosa”. Oggi, lo spirito cha caratterizzava quei lontani momenti di convivialità non solo rivive, ma ritrova nuovo slancio nell’Home Festival, simbolo di come la cultura dell’ospitalità sia un elemento fondamentale nel patrimonio genetico dei nostri territori. L’evento, giunto alla ottava edizione, rappresenta oramai un brand di comprovata qualità, rinomato anche al di fuori dei confini nazionali, kermesse di respiro internazionale capace di attirare, edizione dopo edizione, un pubblico sempre più numeroso. Il traguardo raggiunto, tuttavia, è merito degli organizzatori che, grazie alla loro dedizione e all’impegno profusi, hanno consegnato alla nostra Regione un evento che non ha nulla da invidiare ai grandi festival europei, volano per lo sviluppo turistico, occasione di intrattenimento per grandi e piccini. Nel porgere il saluto della Regione del Veneto e mio personale, auguro a tutti coloro che passeranno a Treviso un buon divertimento, certo dell’ospitalità con cui saranno accolti, e un caloroso in bocca al lupo allo staff e agli artisti per la miglior riuscita di questa straordinaria festa della musica”. 

STEFANO MARCON, PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TREVISO: “Questa manifestazione ha consolidato negli anni il perfetto ingranaggio di un’organizzazione impeccabile che ha reso questo enorme “giardino di casa” il ritrovo più idoneo ad ospitare un festival di artisti, spettacoli, danza  e show, in un’atmosfera d’arte,  gioia, divertimento ed emozioni. Lo straordinario richiamo culturale di Home Festival, possiede un magnetismo dalle ampie ricadute di promozione turistica, economica e di aggregazione, che tanti aspetti positivi  lascia in dono a questo territorio anche quando i riflettori della kermesse si spengono”.

GIOVANNI MANILDO, SINDACO DI TREVISO: “Tanta musica, divertimento, iniziative, incontri: dopo l’esperienza positiva dell’anno scorso, riapre le sue porta anche il camping. Una novità importante per il turismo e lo sviluppo economico della nostra città e un’opportunità utile soprattutto per gli spettatori, provenienti da venti nazioni diverse, che il festival lo vogliono vivere giorno e notte. Ringrazio gli organizzatori che hanno fatto degli elevati standard di sicurezza, da sempre garantiti, uno degli elementi chiave dell’edizione di quest’anno. Un supporto importante verrà fornito dalla nostra polizia locale che, sempre presente in tutti gli eventi che si svolgono in città, lavorerà insieme alle altre forze dell’ordine. Il capoluogo della Marca è tra i Comuni più ricicloni d’Italia grazie anche ai festival ottengono riconoscimenti importanti nella gestione dei rifiuti”.

MARA MANENTE DIRETTORE DEL CISET: “Cogliere la portata anche turistica di un evento come un festival di musica rock rivela una visione ampia e lungimirante da parte degli organizzatori dell'Home. La partecipazione a questa edizione di due nostri masterini, infine, non può che farci molto piacere, un’esperienza che conferma una stretta e proficua collaborazione”.

MARIO POZZA, PRESIDENTE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI TREVISO E BELLUNO: “Il sistema produttivo culturale e creativo in Italia genera 89,9 miliardi di euro e attiva altri settori dell’economia, arrivando a muovere nell’insieme 250 miliardi, equivalenti al 16,7% del valore aggiunto nazionale. Il valore assoluto del comparto della Musica genera 309,4 milioni di euro a livello nazionale. Treviso è nella graduatoria delle prime venti province per spesa turistica attivata dal Sistema Produttivo Culturale e Creativo, posizionandosi al quarto posto con un'incidenza del 67,6% sul totale della spesa turistica. Home festival rientra nelle industrie culturali propriamente dette e la sua attività risponde al nuovo assetto che sta cercando di definire Treviso con la partecipazione alle grandi mostre, agli eventi nazionali e internazionali che  hanno un importante ritorno nei media nazionali e internazionali facendo conoscere in Italia e nel mondo Treviso e la sua provincia”.

GIANNI GARATTI, PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI PROMOZIONE TURISTICA MARCA TREVISO E DI AER TRE SPA: “Noi operatori del turismo siamo fatti così: parliamo con i numeri in mano (e per noi i numeri sensibili di un evento sono costituiti dal numero di arrivi e di notti dormite) e questi numeri confermano che l’Home Festival, nato nel 2010, è oggi un evento verso il quale il turismo trevigiano ripone grande e doverosa attenzione. Proprio l’introduzione del biglietto – unitamente alla continua ricerca – sono stati – a nostro avviso – i momenti clou per l’Home Festival: Treviso non è una città che – per struttura ed organizzazione (e l’Adunata ne è solo l’eccezione che conferma la regola) “tollera” volentieri il turismo di massa ed il coraggio di “fare qualità” dimostrata da Amedeo Lombardi va riconosciuta tutta”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituzioni ad Home Festival: "orgogliosi di ospitare un evento di livello europeo"

TrevisoToday è in caricamento