rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca San Polo di Piave / Vicolo Girasole

Imprenditore accoltellato a San Polo: cade accusa di tentato omicidio

Il capo di imputazione è stato derubricato a lesioni personali gravi. La compagna dell'imprenditore lo aveva colpito con un coltello da cucina al termine di una furibona lite, a giugno

Cade l'accusa per tentato omicidio a carico della ballerina ucraina 31enne, che lo scorso 13 giugno accoltellò il compagno nel loro appartamento a San Polo di Piave. Il capo d'imputazione nei confronti della giovane è stato derubricato a lesioni personali gravi.

L'aggressione era stata l'apice di un violento litigio tra l'imputata e il compagno, un industriale locale. Colpito con un coltello da cucina dalla compagna, l'uomo era poi sceso in strada, chiedendo aiuto un panificio del centro.

Sul posto erano intervenuti i Carabinieri e, in un primo momento, la 31enne era stata accusata di tentato omicidio.

La giovane, sentita dal gip Elena Rossi, aveva raccontato di essere stata segregata in casa da giorni. Ora una perizia disposta dagli inquirenti la scagionerebbe dall'accusa più grave.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore accoltellato a San Polo: cade accusa di tentato omicidio

TrevisoToday è in caricamento