rotate-mobile
Cronaca

In auto con un sistema "ribalta targa": fermato in autostrada a 200 Km/h

Un agente fuori servizio della polizia stradale di Treviso, 32enne, si è accorto del sistema. Ha così chiamato i colleghi della Polstrada che dopo un inseguimento hanno bloccato il bolzanino

Probabilmente l'aveva visto fare alla tv, in film di qualche anno fa. Per non farsi riconoscere dalla polizia aveva messo un marchingegno che permetteva di far salire e scendere la targa dell'auto, per nasconderla a tutor e telecamere. Così deve averla fatta franca per un po', un 35enne di Bolzano, che l'altra sera sfrecciava ad oltre 200 km lungo la A4, autostrada con il tutor per segnalare gli eccessi di velocità


Un agente fuori servizio della polizia stradale di Treviso, 32enne, si è accorto che non si riusciva a leggere la targa del mezzo. Ha così chiamato i colleghi che dopo un inseguimento hanno bloccato il bolzanino all'altezza di Bergamo. L'uomo, che ha dichiarato di averlo comprato su Internet per poche centinaia di euro, è stato denunciato per contraffazione di sigilli. Problemi anche per la ditta costruttrice dell'aggeggio è stata segnalata alla Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con un sistema "ribalta targa": fermato in autostrada a 200 Km/h

TrevisoToday è in caricamento