Cronaca Via Giuseppe Garibaldi

In ricordo di Tina Anselmi l'inaugurazione dell'anno accademico del Conservatorio Steffani

Durante la serata la sorella Maria Anselmi Guizzon ne ha ricordato il grande amore per la musica. Come tradizione sono poi stati premiati gli studenti diplomati e laureati

In foto Maria Guizzon Anselmi, Stefano Canazza (direttore), Ennio Bianco (presidente)

CASTELFRANCO VENETO Si è svolta giovedì sera, nel segno del ricordo di Tina Anselmi e del talento delle donne, l'inaugurazione dell'anno accademico del Conservatorio Agostino Steffani di Castelfranco. Durante la serata la sorella Maria Anselmi Guizzon ne ha poi ricordato il grande amore per la musica, che l'ha sostenuta sino agli ultimi giorni della vita.

La mattinata, aperta dal quartetto di fisarmoniche Aires, ha visto la presentazione del nuovo presidente Ennio Bianco e del nuovo direttore Stefano Canazza. "Il Conservatorio di Castelfranco è l'università della musica della città per questo siamo impegnati nel cercare di dotarlo di una sede definitiva al chiostro dei Serviti - ha annunciato il sindaco Stefano Marcon - resterà un'eccellenza castellana". Ai saluti del sindaco si è unito il vicesindaco Gianfranco Giovine e Mariagrazia Lizza, assessore alla cultura. Insieme a loro il consigliere regionale Nazzareno Gerolimetto.

"Ottanta docenti, 20.000 ore di lezioni frontali ( in gran parte individuali), 5.920 ore di ricerca e produzione, contratti per 150 ore a studenti del Conservatorio per collaborazioni varie, extra docenza. Ma anche 170 concerti, 26 masterclass e un progetto Erasmus+ che ci vede partner in Mozambico, Argentina, Moldavia" spiega il neodirettore. "Il cosnervatorio di Castelfranco è l'unica università autonoma della provincia e per questo ha un ruolo cardine non solo in città, dove organizza stagioni e rassegne ma anche a Treviso dove è stata chiamata come partner pubblico nell'Istituto musicale Manzato". Da gennaio 2017 infatti lo Steffani siederà nel consiglio di amministrazione dello storico istituto cittadino. "Voglio essere molto chiaro- ribadisce Canazza- il Conservatorio rimarrà a Castelfranco. Su Treviso abbiamo messo a disposizione la nostra competenza per ridisegnare l'assetto della scuola di musica". Luciano Franchin, assessore alal cultura di Treviso ha voluto spendere una parola per la gestione Troncon. "Se lo Steffani oggi si presenta come un conservatorio dinamico e in relazione con il territorio è solo grazie alla sua opera inestimabile".

Come tradizione sono poi stati premiati gli studenti diplomati e laureati: 38 quest'anno. E a chiudere la mattinata è stato il brano Un suono, una vita di Andrea Formentin per pianoforte ed elettronica, nell'esecuzione di Andrea Rebaudengo. In serata a teatro si è tenuto il concerto dell'orchestra sinfonica del Conservatorio diretta Roberto Zarpellon; pianoforte solista Alessandra Fornasa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In ricordo di Tina Anselmi l'inaugurazione dell'anno accademico del Conservatorio Steffani

TrevisoToday è in caricamento