menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roncade, 49 nuovi posti letto alla residenza per gli anziani

L'amministrazione inaugurerà sabato 3 maggio alle 15.30 la nuova ala della struttura che può contare su 119 posti letto

RONCADE - La residenza per anziani della città di Roncade può contare su 49 nuovi posti letto che, grazie all’ampliamento della struttura concluso in queste settimane, porterà la sua capacità ricettiva a 119 posti. “Un intervento – spiega Sergio Leonardi, presidente della Fondazione che sovrintende alla struttura - grazie al quale la nostra casa di riposo non solo offrirà maggiori spazi, ma sarà in grado di assicurare agli ospiti anche migliori livelli di qualità di vita, riconsegnando inoltre alla città la fruibilità dell’area dell’ex macello dopo i lavori di riqualificazione condivisi con l’Amministrazione Rubinato”. L’inaugurazione della nuova ala si terrà sabato 3 maggio, alle ore 15.30, alla presenza del Sindaco e delle autorità.

L’iter per l’ampliamento della Rsa ha preso avvio il 18 marzo 2010 e si protratto, rispetto ai tempi preventivati, a seguito della decisione della Fondazione e del Comune di realizzare alcune migliorie dal punto di vista tecnologico, architettonico ed ambientale. In particolare si è realizzato un impianto fotovoltaico per una potenza di 34 kw, si è ampliata la sala destinata alle attività ricreative, si è provveduto ad installare un sistema di automazione dei frangisole delle finestre e nuovi recuperatori di calore che consentono significativi risparmi. “Ma l’intervento più significativo – spiega il Sindaco – ha riguardato la demolizione del vecchio macello e delle sue pertinenze che permetterà di realizzare un ampio giardino, con spazi aperti alla collettività, di ampliare il parcheggio e di creare un tratto pedonale ‘protetto’ che consentirà agli ospiti di raggiungere il centro di Roncade lungo il corso del fiume Musestre”. L’importo dei lavori, previsto in 3.339.582 euro (di cui 800 mila da contributo a fondo perduto e  500 mila da prestito senza interessi concessi dalla Regione Veneto), è rimasto inalterato nonostante le importanti migliorie realizzate in corso d’opera: "risultato ottenuto grazie alla buona amministrazione” conclude il Sindaco. Il programma prevede, prima del taglio del nastro, l’intitolazione della sala polivalente a Itala De Lazzari, la consegna delle borse di studio agli studenti meritevoli, l’intitolazione del piazzale al Beato Ozanam

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento