menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oderzo: il centro disabili "Il Mosaico" inaugura lunedì il nuovo giardino sensoriale

Il progetto nasce dall'idea di incrementare il percorso di ricerca e sperimentazione sull'approccio globale alle persone con disabilità iniziato nel 2015. Alle 18.30 l'inaugurazione

ODERZO Lunedì 6 giugno alle ore 18.30 al Centro Diurno Disabili “Il Mosaico” di Oderzo si terrà l'inaugurazione di un percorso multisensoriale creato nello spazio verde esterno alla struttura.

Il progetto nasce dall'idea di incrementare il percorso di ricerca e sperimentazione sull'approccio globale alle persone con disabilità già iniziato nel 2015 con la creazione della stanza multisensoriale “Snoezelen” all'interno del centro. E’ solo da pochi anni che si è cominciato a pensare che parchi e giardini siano una forma di cura vera e propria, che influisce sia sulla sfera fisica che su quella psichica e che abbiano un valore importante per chi vive uno stato di malattia o di disabilità, ma anche, più in generale, per chiunque.

Tra i tanti modi di utilizzare il giardino come cura c'è quello, fondamentale, della stimolazione sensoriale, che può avvenire, ad esempio, attraverso i colori, che parlano, esprimono e accompagnano emozioni. Un altro elemento che influisce in maniera precisa sulla sfera sensoriale è l'odore: in giardino sono i fiori e le foglie a trasmettere direttamente l'odore che il cervello traduce in emozioni. Ma oltre alla vista e all'olfatto, il giardino stimola il tatto (per esempio con le foglie dalla superficie liscia, ruvida o pelosa), e l'udito (i rumori delle piante, ma anche degli uccelli, degli animaletti, degli insetti e dell'acqua sono un toccasana per le nostre orecchie). Il progetto ha visto coinvolte 3 scuole superiori dell'area opitergino-mottense, ciascuna per il proprio ambito di competenza: il C.F.P. “Lepido Rocco” di Motta di Livenza per la parte tecnologica inerente le luci, i suoni, l’Istituto per l’Agraria “G. Corazzin”di Piavon di Oderzo ha curato l'impianto di irrigazione, la piantumazione e la preparazione delle aiuole, l'Istituto superiore ISIS “A. Obici” di Oderzo per gli elementi artistico-decorativi. Le attività si sono svolte con la collaborazione del personale del Centro Diurno e sotto l'attenta supervisione del Servizio Tecnico dell'Ulss 9.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento