Cronaca Sant'Antonino / Via Luigi Pinelli

Auto incendiate in via Pinelli, il piromane patteggia tre anni e mezzo di carcere

Il 25enne trevigiano Daniele Diego Martorana è responsabile, insieme al 23enne palermitano Luca Odierna Contino, di aver dato fuoco ad una quindicina di auto nel 2018

Alcune delle auto date alle fiamme in via Pinelli

La triste vicenda della numerose auto incendiate nel 2018 nel quadrante di via Pinelli a Treviso è finalmente giunta al termine. Dopo due anni di processo, infatti, il 25enne trevigiano Daniele Diego Martorana ha patteggiato tre anni e mezzo di carcere in quanto riconosciutosi co-responsabile di quanto accaduto. All'epoca dei fatti Martorana aveva dato fuoco a circa 15 automobili tra via Pinelli, vicolo Fratelli Bandiera e via Cacciatori del Sile, da un lato perché si riteneva inviso ai vicini di casa e dall'altro perché spinto da una seconda persona che lo "manovrava", ovvero il 23enne palermitano Luca Odierna Contino, insegnante di grafica e di sostegno in un'istituto privato della città. Una figura, quella di Odierna Contino, ritenuta fondamentale nel causare i danni provocati da Martorana tanto che a gennaio 2019 venne arrestato e posto agli arresti domiciliari, per poi essere inizialmente condannato in rito abbreviato a 3 anni e 9 mesi di carcere, sentenza poi rivista dalla Corte di Appello di Venezia che nei giorni scorsi ha ridotto la pena a 3 anni e 15 giorni. Ora però, con il patteggiamento di Martorana, la vicenda può definitivamente definirsi conclusa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto incendiate in via Pinelli, il piromane patteggia tre anni e mezzo di carcere

TrevisoToday è in caricamento