Incendio nella sede di Contarina, distrutti mezzi e attrezzature

Il rogo è divampato nella notte nel distaccamento di via Santa Barbara, a pochi passi dalla sede dei vigili del fuoco. Sull'episodio indaga la squadra mobile di Treviso

Sul posto intervenuti i vigili del fuoco

Un rogo devastante, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, ha colpito poco dopo mezzanotte e mezza, il distaccamento di Contarina di via Santa Barbara a Treviso.

Distrutti dalle fiamme cinque mezzi per lo sfalcio d'erba e attrezzatura varia, per un valore di diverse centinaia di migliaia di euro. Ancora mistero sulle cause dell'incendio. Le fiamme sono divampate nell'edificio D della struttura, un'autorimessa dov'erano parcheggiati i mezzi vicina a una cabina elettrica. Nel blocco C erano parcheggiati altri mezzi ma lì non sono stati registrati danni. Il comando provinciale dei vigili del fuoco di Treviso si trova a pochi passi dal luogo dell'incendio. Immediato l'intervento dei pompieri. Sull'episodio indaga ora la squadra mobile di Treviso. Saranno acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza che si trovano presso la vicina sede della protezione civile. Intervenuto nella notte anche l'assessore all'ambiente del Comune di Treviso, Alessandro Manera.

La nota di Contarina

Nelle primissime ore di oggi, venerdì 11 dicembre, si è sviluppato un incendio nella sede aziendale di S. Barbara, unità operativa per il servizio del verde pubblico svolto da Contarina. Subito sono intervenuti i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Treviso, che si trova proprio vicino al luogo dell'incendio, per spegnere le fiamme e ora sono in corso le indagini per capire le cause del rogo, che al momento pare essere accidentale. Varie le attrezzature danneggiate dal fuoco (decespugliatori, motoseghe, rasaerba, soffiatori), oltre a 4 trattori per lo sfalcio dell’erba completamente bruciati; 2 invece sono stati risparmiati dalle fiamme e non hanno riportato alcun danno.

Commenta l’accaduto il Direttore Generale di Contarina spa Michele Rasera: «Fortunatamente i danni sono comunque limitati alle attrezzature e non sembrano riguardare lo stabile, che è di proprietà del comune di Treviso.  Assieme al Sindaco Mario Conte, che ringrazio per la vicinanza, abbiamo fatto un primo sopralluogo sul posto: i locali sono interdetti fino a lunedì, poi potremo fare la conta effettiva dei danni e capire se si può salvare qualcosa. Ci saranno alcune ripercussioni nell’esecuzione degli interventi programmati per i prossimi giorni, ma ci siamo già attivati per sostituire mezzi e attrezzature andati in fumo e per garantire la continuità del servizio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento