Incendio di Vidor: allarme rientrato, per l'Ulss non è più necessario rimanere in casa

Via libera anche al consumo di frutta e verdura ben lavate. Per l'Arpav non ci sarebbero più pericoli per la salute e i vigili del fuoco hanno ormai domato tutte le fiamme

VIDOR Incendio di Vidor, allarme rientrato. I Vigili del Fuoco hanno comunicato la conclusione delle principali operazioni di spegnimento. L’Arpav ha eseguito le prime indagini di laboratorio sui campioni del fumo in uscita dall’incendio, rilevando la presenza di tipici prodotti di combustione di solventi e materiale plastico. I  campioni di aria, raccolti nel raggio di 500 metri, hanno messo in evidenza concentrazioni di tali prodotti in quantità non preoccupanti per la sanità pubblica. Ciò anche in considerazione del fatto che le condizioni meteo stabili di venerdì 18 agosto hanno consentito al cono di fumo di dirigersi prevalentemente in verticale, favorendo una quasi totale dispersione nell’atmosfera dei residui di combustione.

Alla luce di questi risultati l’Ulss 2 e l’Arpav, di concerto, comunicano quanto segue: "E’ rientrata l’indicazione di rimanere in casa. La cittadinanza può quindi riprendere tutte le attività all’aperto. Sono nuovamente consentiti la raccolta e il consumo di frutta e verdura,  previo accurato lavaggio, come di regola. Le condizioni meteo di sabato, con alta probabilità di pioggia, contribuiranno alla definitiva 'pulizia' dell’aria in tutta l’area. Nella giornata di lunedì 21 agosto, appena ultimate le ulteriori complesse operazioni di analisi, Arpav renderà disponibili gli ultimi dati di dettaglio relativi all’eventuale presenza di  microinquinanti organici (IPA, PCB e diossine) e amianto nell’area dell’incendio". Nel frattempo i pompieri continuano le operazioni di messa in sicurezza della zona con due mezzi e ben 12 uomini in servizio. Molti i crolli invece all'interno della struttura con la caduta di grandi porzioni di tetto e travature varie.

e969c89d-5411-476a-8519-129f4ff2cb9b-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento, grandine e alberi caduti: il maltempo flagella la Marca

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Malore al risveglio, il sorriso di Alessandra si spegne a 44 anni

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Geox, cooperativa Venere in liquidazione: «Tutelare contratti e posti di lavoro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento