Si schianta davanti al municipio e insulta i vigili: denunciato

L'incidente è avvenuto lunedì mattina a Santa Lucia di Piave. Al volante un 21enne di Mareno di Piave, portato al pronto soccorso di Conegliano per accertamenti

Volante della Polizia locale (Immagine d'archivio)

Voleva incontrare il sindaco in municipio ma ha perso il controllo della sua auto andando a schiantarsi contro un muretto in Piazza 28 ottobre 1918 per poi mettersi a insultare gli agenti di Polizia locale intervenuti sul posto.

Il rocambolesco incidente è avvenuto questa mattina, lunedì 15 giugno, a Santa Lucia di Piave. Al volante della Mitsubishi finita fuori strada c'era M.L, un 21enne con problemi psichici residente a Mareno di Piave. Il veicolo, arrivato da Via Francesco Crispi, ha perso aderenza sull'asfalto bagnato. L'auto del giovane è salita sul marciapiede, colpendo e danneggiando un cartello stradale per poi finire la sua corsa contro un muretto di recinzione a pochi metri di distanza dal municipio. Il personale del Comune e i dipendenti del bar vicino sono stati i primi a soccorrere il 21enne, apparso subito in evidente stato di agitazione. Chiedeva di poter incontrare il sindaco Szumski, assente dal municipio nella mattinata di lunedì. Quando sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale il giovane ha iniziato a insultarli e a opporre resistenza. Grazie al supporto del personale del Suem 118 il ragazzo è stato calmato e trasportato all'ospedale di Conegliano dove è stato sottoposto alle visite di accertamento. Il 21enne è stato denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento