menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bambino di 13 mesi travolto e ucciso dal padre a Crespano

L'incidente lunedì sera. In un primo momento i genitori avrebbero fornito una versione distorta, ma poi sarebbe emersa tutta la verità

POSSAGNO - Lo hanno accompagnato all'ospedale stringendolo tra le braccia. Era sanguinante, aveva una grossa ferita alla testa. Ormai era morto. Dovrà essere fatta maggiore chiarezza sull'incidente avvenuto lunedì sera e che è costato la vita a un bimbo di soli 13 mesi. La verità sarebbe emersa solo poco dopo la morte, all'ospedale, quando i medici hanno visitato il piccolo, figlio di una coppia di nordafricani di 30 e 50 anni.

Stando alle prime ricostruzioni, a uccidere il bimbo ancora piccolissimo sarebbe stato il papà. Lo avrebbe investito con la sua auto, probabilmente facendo retromarcia. Non l'ha visto, non ha avuto il tempo di frenare, l'ha travolto. Subito dopo, la corsa in ospedale insieme alla compagna, stringendo il figlio tra le braccia. I genitori avrebbero fornito inizialmente una versione diversa, sostenendo che il piccolo fosse caduto. Ma agli occhi dei medici quelle ferite così profonde si sono rivelate inspiegabili in un primo momento. Non poteva essere caduto a terra ed essersi procurato lesioni così gravi.

Ecco che, poco più tardi, è emersa la realtà, seguita da un dolore straziante. Il padre avrebbe confermato ai carabinieri la dinamica di quanto accaduto. L'incidente, la corsa al pronto soccorso, l'ansia. Ma ormai non c'era già più niente da fare. I militari dell'Arma stanno lavorando in queste ore per riuscire a scoprirne di più, per fare chiarezza su un drammatico incidente che si è portato via un bambino così piccolo. Una tragedia difficile da dimenticare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento