menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un calesse e delle biciclette in autostrada, per un sabato fuori dall'ordinario

Tre distinti episodi che si sono verificati sulla rete autostradale gestita da Autovie Venete fanno discutere per la loro singolarità e pericolosità

CESSALTO Un calesse lungo l'autostrada, e per giunta senza conducente, fino ad ora non si era mai visto, eppure è accaduto. Il luogo del "delitto" è l'autostrada A34, la Villesse-Gorizia. Questo pomeriggio, poco dopo le 15,00 all’altezza di Gradisca due cavalli con calesse trottavano beatamente sulla carreggiata in direzione del capoliogo isontino, ed erano pure contromano rispetto al flusso di auto. C’è voluto l’intervento di tre pattuglie della Polstrada e degli ausiliari al traffico di Autovie Venete per risolvere la situazione che, per fortuna, non ha provocato danni né a veicoli, né a persone perché su quel tratto autostradale (dove non ci sono caselli fino a Villesse) il traffico non era molto sostenuto. Non è chiaro, ancora, da dove sia arrivato il calesse.

BICICLETTE IN CORSIA - Non è stato l’unico episodio di un pomeriggio un po’ movimentato sulla rete di Autovie Venete, non tanto per colpa del traffico, questa volta, quanto dei “vacanzieri” che non assicurano bene il carico prima di partire e spesso lo perdono durante il viaggio. Due biciclette, evidentemente non ben fissate, sono “volate” da un’auto che viaggiava sulla A4 in direzione Venezia poco dopo San Giorgio di Nogaro. Il conducente della vettura, dopo essersi fermato, in un impeto d’ira le ha lanciate nella scarpata ed è ripartito. Replay, sempre in A4, e ancora in direzione Venezia, ma fra San Stino di Livenza e Cessalto. In questo caso le bici, due, hanno colpito l’auto che seguiva causando – fortunatamente -  solo danni alla carrozzeria della vettura. La perdita di valige, scatole, oggetti assicurati male, è un fenomeno che capita spessissimo purtroppo e rappresenta un pericolo notevole per la circolazione. A poco valgono i richiami a una maggiore prudenza e attenzione. La fretta di partire ha spesso la meglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento