menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto del medico durante i soccorsi

Una foto del medico durante i soccorsi

Incidente mortale lungo la Alemagna: morta una 84enne, feriti due giovani trevigiani

I genitori della 19enne Sofia hanno lanciato un appello su Facebook: «Aiutateci a trovare il giovane medico che ha aiutato per primo nei soccorsi. Sentiamo il bisogno di ringraziarlo»

«Grazie a questo medico che il 23 dicembre ha soccorso Sofia Morellato Mondin prestandole il primo soccorso a seguito dell' incidente avvenuto a Dobbiaco sulla strada per Cortina. Se qualcuno sa chi è, lo vorremmo ringraziare di persona. Grazie». Questo il messaggio apparso alla vigilia di Natale sulla pagina Facebook di Laura Morellato, madre della 19enne Sofia (residente a Collalto) rimasta vittima di un frontale tra auto verso le ore 14.30 dell'antivigilia nei pressi di Carbonin, lungo la Statale Alemagna tra Cortina e Dobbiaco. La giovane era difatti seduta sul lato passeggero di una Hyundai, guidata dall'amico Alex, quando un'altro mezzo ha invaso la loro corsia di marcia provocando un impatto violentissimo, tanto che la giovane è stata sbalzata all'esterno dell'abitacolo così da colpire il muro di contenimento del terrapieno a bordo strada.

In quel momento, tra le auto in transito, era presente anche un giovane medico che ha subito soccorso i malcapitati in attesa dell'intervento delle ambulanze. Il suo intervento è stato fondamentale per stabilizzare sul posto sia Alex che Sofia, ma purtroppo per un'altra donna, la 84enne Loredana Sgaggiante di Mestre (VE) che con la sorella era a bordo di una Mercedes guidata dal nipote, non c'è stato nulla da fare ed è deceduta prima dell'arrivo dei soccorsi. I due ragazzi sono stati invece poi portati all'ospedale di Bolzano dove Alex è giunto con una vertebra scheggiata (poi comunque dimesso poco dopo) mentre Sofia ha successivamente subito un delicato intervento chirurgico. A pochi giorni dal dramma sfiorato, però, la famiglia Morellato vorrebbe ringraziare il giovane medico intervenuto sul luogo dell'incidente e poi rimessosi in marcia una volta appurate le condizioni delle vittime del sinistro. Per questo hanno lanciato un messaggio di aiuto sui social, nella speranza che qualcuno possa dargli un'identità. E tutto è finito per il meglio visto che, in poche ore, il ragazzo (identificato come Alessandro Trapani di Treviso) si è messo in contatto con la famiglia Morellato ricevendo i loro più sentiti ringraziamenti per quanto successo nel pomeriggio del 23 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento