rotate-mobile
Incidenti stradali Carbonera / Via Duca D'Aosta

Auto svolta, motociclista 39enne si schianta e muore andando al lavoro

E' la 21esima vittima della strada del 2023. L'incidente è avvenuto poco dopo le 13 in via Duca d'Aosta a Mignagola di Carbonera, ad un centinaio di metri dallo stabilimento della De Longhi. L'uomo, Saimir Gjinika, un cittadino albanese residente a San Biagio di Callalta, lavorava all'azienda Atena. Fatale la manovra di un'automobilista 20enne

Ha purtroppo provocato una vittima, la 21esima di questi primi mesi del 2023, il terribile schianto avvenuto nel primo pomeriggio di oggi, 19 maggio, attorno alle 13 circa a Mignagola di Carbonera, lungo via Duca d'Aosta, poco distante dallo stabilimento della De Longhi. Un motociclista, Saimir Gjinika, 39enne di origini albanesi ma residente a San Biagio che viaggiava in sella ad una Bmw 1000, si è schiantato violentemente contro la fiancata destra di una Fiat Punto che proveniva dall'opposta direzione di marcia ha svoltato a sinistra senza rendersi conto del sopraggiungere del veicolo. Il centauro, sbalzato dal mezzo per alcune decine di metri, ha subito perso i sensi, è stato rianimato sul posto ed è stato trasportato in gravi condizioni al pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso da medico e infermieri del Suem 118. Le sue condizioni dello straniero, già precarie, si sono rapidamente aggravate, fino alla morte, sopraggiunta poco dopo il ricovero. Illesa ma sotto choc l'automobilista.

Saimir Gjinika

La dinamica e la manovra dell'automobilista

L'utilitaria, secondo quanto riferiscono alcuni testimoni, stava viaggiando da Carbonera in direzione di Olmi di San Biagio di Callalta mentre la moto proveniva dall'opposta direzione di marcia e viaggiava a velocità sostenuta. A causare lo scontro è stata l'automobilista, una operaia 20enne della De Longhi, di Villorba, che ha improvvisamente svoltato a sinistra per entrare in un parcheggio, senza dare la precedenza all'altro veicolo. Per i rilievi di legge sono giunti gli agenti della polizia locale del Corpo intercomunale Postumia romana: i vigili non potranno purtroppo contare di telecamere di videosorveglianza presenti nelle immediate vicinanze. Gli occhi più elettronici più vicini si trovano a Olmi e all'altezza della portineria dello stabilimento De Longhi di Mignagola. Il traffico ha subito rallentamenti. Il 39enne, dipendente di Atena, un'azienda della zona di Carbonera, stava recandosi al lavoro: i suoi colleghi, non vedendolo arrivare, si sono presto resi conto dell'accaduto. Anche la 20enne stava per cominciare il suo turno. La Procura di Treviso aprirà un'inchiesta per omicidio stradale: la giovane sarà appunto indagata per questo reato. Il magistrato di turno ha disposto il sequestro di entrambi i mezzi.

Saimir Gjinika lascia la compagna, Alessandra Salmaso (collaboratrice dello studio legale Arcidiacono di Treviso), con cui viveva a Olmi (in precedenza nei pressi della chiesa), in dolce attesa, e un figlioletto di 5 anni. La famiglia viveva ad Olmi. «Siamo vicini a questa famiglia, così ben inserita nella comunità, e se sarà necessario daremo tutto il supporto possibile»: così la sindaca di San Biagio di Callalta, Valentina Pillon.

L'auto contro cui si è schiantato il motociclista

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto svolta, motociclista 39enne si schianta e muore andando al lavoro

TrevisoToday è in caricamento