menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si schianta con la moto da cross vicino a casa: Nicolò muore a soli 21 anni

Il terribile incidente è avvenuto sabato pomeriggio a Castello di Godego. Il giovane, una volta soccorso e portato in ospedale a Castelfranco per accertamenti, sarebbe poi deceduto a causa di una emorragia interna

Un terribile schianto con la moto da cross e poi la corsa verso l'ospedale per quelli che sarebbero solo dovuti essere degli accertamenti di routine e che invece hanno rivelato una situazione ben peggiore di quanto non si pensasse. Questo quanto successo verso le ore 16.25 di sabato quando Nicolò Guidolin, 21enne studente residente in via Motte a Castello di Godego, per motivi ancora poco chiari ha improvvisamente perso il controllo della propria motocicletta andandosi così a schiantare contro un albero lungo una strada sterrata nei pressi di casa, in via Panevecco.

Le condizioni del giovane non sarebbero però apparse subito gravi, tanto che lo stesso si sarebbe rialzato autonomamente per poi essere soccorso dai sanitari del Suem 118 chiamati da un amico che viaggiava con lui a poca distanza. Inizialmente, infatti, sembrava si fosse rotto solo alcune costole e per questo è stato successivamente trasportato all'ospedale di Castelfranco Veneto per tutti gli accertamenti del caso. A quel punto, però, la situazione è presto precipitata e il giovane avrebbe così perso la vita a causa di una emorragia interna che i medici non hanno avuto modo di fermare per tempo. Nicolò lascia quindi nel dolore i genitori, le sorelle e i tanti amici che, appena avuta la notizia, si sono subito stretti in un abbraccio virtuale alla sua famiglia. Sul caso indaga ora la polizia stradale di Castelfranco.

17098330_1807758052879890_7014750470792309969_n-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento