rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Incidenti stradali Quinto di Treviso

Schianto mortale a Quinto: l'auto di Andrea viaggiava a 110 km/h

L'incidente che è costato la vita al 23enne, nella notte tra lunedì e martedì, in via Tognana: l'alta velocità e la mancanza delle cinture di sicurezza sono costate la vita al giovane

QUINTO DI TREVISO Il tachigrafo della sua Peugeot 106, dopo l'impatto contro un platano, nella notte tra lunedì e martedì in via Tognana, a Quinto di Treviso, imprime ancora la velocità con cui l'auto stava viaggiando: 110 km/h. E' proprio l'andatura sostenuta e soprattutto il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza i fattori che sono stati decisivi nel portare alla morte di Andrea Vanin, 23enne di Quinto, la quinta giovane vittima della strada in questi primi tre mesi del 2018. L'automobilista, in seguito al tremendo impatto con l'albero, è stato sbalzato dal mezzo, scaraventato una decina di metri più avanti rispetto a dove è avvenuto lo schianto. Forse, ma è solo un'ipotesi, si sarebbe potuto salvare con le cinture: una tesi rafforzata dalla buona tenuta dell'abitacolo della vettura. La morte, hanno accertato gli infermieri del Suem 118 intervenuti sul posto lunedì notte, è sopraggiunta praticamente sul colpo a causa delle gravi lesioni riportate. Il funerale del ragazzo sarà celebrato sabato prossimo alle ore 10, presso la chiesa di San Giorgio di Quinto di Treviso. Firmato dai famigliari il nullaosta per la donazione degli organi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto mortale a Quinto: l'auto di Andrea viaggiava a 110 km/h

TrevisoToday è in caricamento