rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Incidenti stradali Canizzano

Terribile schianto nella notte tra due auto a Canizzano, due feriti

Incidente poco dopo la mezzanotte di sabato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e il Suem 118. Traffico in tilt, rilievi della polizia locale. Automobilisti non in pericolo di vita

TREVISO Terribile incidente poco dopo la mezzanotte lungo strada di Canizzano a Treviso. Una ragazza, al volante di una Fiat Punto che procedeva in direzione di Treviso, si è scontrata contro una Fiat Panda che procedeva in senso opposto. Al lavoro per liberare dalle lamiere l'automobilista al volante della Punto i vigili del fuoco di Treviso, intervenuti con due squadre. Sul posto anche i medici del Suem118. con un'ambulanza, e la polizia locale di Treviso.

Il traffico è stato bloccato fino all'1 circa per il recupero dei mezzi incidentati e la pulizia della strada. La ragazza, C.B. di 23 anni, nonostante aver riportato alcune ferite non è fortunatamente in pericolo di vita ed è stata raggiunta da alcuni amici e dal fidanzato. Praticamente illesa invece la donna alla guida della Panda, S.D. di 54 anni. Numerosi i residenti della zona che, sentito il boato dell'incidente e le sirene dei mezzi di soccorso, si sono riversate per strada.

Canizzano

SICUREZZA STRADALE A CANIZZANO: RACCOLTA FIRME PER CHIEDERE IMMEDIATO INTERVENTO DEL COMUNE 
Dopo l'ennesimo incidente avvenuto questa notte, il consigliere comunale Davide Acampora, che da anni chiede all'Amministrazione più sicurezza stradale su quel tratto, ha annunciato che presenterà una mozione ed una raccolta firme nel quartiere. "Altro grave incidente in strada di Canizzano, dove da più di due anni chiedo all'assessore ai lavori pubblici Michielan di risolvere il problema della sicurezza stradale purtroppo senza risposta. Per fortuna le persone coinvolte nello scontro di questa notte non sono in pericolo di vita, mi chiedo però se dobbiamo aspettare che ci scappi il morto prima che l'amministrazione comunale distolga l'attenzione dalla costruzione di nuove piazze in centro storico e piste ciclabili inutili, per dedicarsi finalmente ai problemi ben più importanti dei quartieri.  L'ultimo incidente risale a meno di un mese fa e sono frequentissimi. È evidente che soprattutto il tratto di percorso che va dal centro del quartiere Sant'Angelo fino al cimitero di Canizzano risulta a rischio: infatti la conformazione della strada permette di raggiungere alte velocità e le curve improvvise possono trarre in inganno. Il limite di velocità non viene mai rispettato dagli automobilisti. Anche adesso diranno che mi invento le notizie e strumentalizzo le problematiche? E' documentato che in molti consigli comunali e più volte sulla stampa ho chiesto espressamente a Michelan l'installazione di rallentatori e/o semafori intelligenti che permettano di spezzare su più punti il flusso della circolazione ad alta velocità, costringendo a rallentare. Richieste  sempre cadute nel vuoto. Oltretutto su quel tratto di strada c'è anche da dire che la carreggiata è molto ristretta quindi pericolosa per cicli e pedoni. Annuncio che nei prossimi giorni organizzerò una raccolta firme nel quartiere, come ho fatto qualche mese fa per chiedere un semaforo intelligente in via Papa Leone III e strada Sant'Angelo, e successivamente presenterò una mozione in commissione Lavori Pubblici. Vediamo se almeno in questo modo qualcuno reagisce".

LA RISPOSTA DEL COMUNE DI TREVISO - "Per la Strada di Canizzano è pronto un piano di interventi per la messa in sicurezza" - ha dichiarato l'assessore Ofelio Michielan. Nello specifico, si tratta di un attraversamento pedonale semaforico entro un mese, una serie di rallentatori per moderare la velocità delle auto. Il piano dei lavori pubblici per la strada che attraversa il quartiere di Canizzano è pronto e prevede una serie di novità, semaforo pedonale e rallentatori appunto, da realizzare entro la primavera: "Dopo 20 anni di inerzia nei quartieri della città la nostra amministrazione sta lavorando per dare delle risposte concrete - dichiara l'assessore alla cura e al benessere urbano Ofelio Michielan - Gli interventi che saranno visibili già in primavera sono un primo passo. Acampora non si preoccupi e non perda tempo con la raccolta firme. Usare gli incidenti per attaccare il lavoro dell'amministrazione denota solo mancanza di rispetto ed etica e appartiene a un vecchio modo di fare politica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terribile schianto nella notte tra due auto a Canizzano, due feriti

TrevisoToday è in caricamento