menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'incidente

Il luogo dell'incidente

Trafitto dalla sponda di un camion, muore fruttivendolo

La tragedia è avvenuta alle 6.30 circa, sul cavalcavia di San Giuseppe. La vittima è Giorgio Amadio, 62enne di San Donà di Piave. Sul posto sono intervenuti medico e infermieri del Suem 118, i vigili del fuoco e la polizia locale. Traffico in tilt per ore

Un fruttivendolo di 62 anni, Giorgio Amadio, di San Donà di Piave, è morto in un tragico incidente avvenuto alle 6.30 di stamattina, lunedì 9 novembre, circa lungo il cavalcavia di San Giuseppe, lungo la Noalese, a Treviso.

Particolarmente sfortunate le circostanze in cui è maturata la tragedia. Amadio stava percorrendo la Noalese, da Quinto in direzione di Treviso, al volante di un camion frigo Iveco: era diretto al mercato ortofrutticolo, per caricare della merce. Poco dopo la sommità del cavalcavia di San Giuseppe il suo mezzo ha incrociato un altro camion, guidato da un 65enne di Trebaseleghe, L.Z., che si stava invece proveniva dal mercato. Questo mezzo è dotato di una sponda che si alza a mo' di tettoia che si è misteriosamente aperta in corsa poco prima dell'incrocio dei due veicoli. Parte di questa sponda, una putrella, ha trafitto prima il parabrezza e poi il corpo di Amadio, uccidendolo sul colpo.

eds-2

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso, medici e infermieri del Suem 118 e la polizia locale di Treviso che ha svolto i rilievi del caso. Il traffico ha subito gravissimi rallentamenti, con lunghe code lungo viale della Repubblica, la Noalese e la Feltrina.

ddddd-28

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento