Esce di strada con l'auto, ubriaco fugge dai Carabinieri a piedi

All'annuncio del ritiro della patente l'automobilista, ubriaco, è fuggito a piedi minacciando di gettarsi nel fiume. Ma nella zona non c'era nessun corso d'acqua

Uscito di strada con il suo Range Rover e fermato dai Carabinieri perché ubriaco, scappa a piedi minacciando di gettarsi nel fiume che non c'è. È successo in via Callegari, a Carbonera, la sera dell'Epifania.

L'uomo, un cinquantaduenne di Maserada, era alla guida del suo fuori strada, in compagnia della moglie e del cognato, quando è andato a scontrarsi con il muretto di recinzione di una casa.

Arrivati sul luogo dell'incidente, i Carabinieri hanno sottoposto l'automobilista all'alcoltest. L'uomo aveva un tasso alcolemico di 1,89 grammi per litro, decisamente oltre la soglia massima consentita.

I militari gli hanno quindi comunicato che gli sarebbe stata ritirata la patente. Ed è iniziato il siparietto del cinquantaduenne, evidentemente su di giri. L'uomo si dato a un'improbabile fuga a piedi, minacciando di gettarsi nel fiume. Ma di fiumi, nei paraggi, neanche l'ombra.

L'automobilista ha allora urlato che si sarebbe sparato con un revolver, mentre la moglie e il cognato lo rincorrevano per fermarlo e calmarlo.
I Carabinieri, allora, hanno deciso di chiedere rinforzi al 118, ma solo dopo una lunga trattativa l'uomo si è convinto a seguire i medici del Suem dell'ambulanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento