Schianto frontale tra un'auto e una moto: gravissimo un centauro di 54 anni

L'incidente è avvenuto domenica mattina a Ponte della Priula, in via IV Novembre. L'uomo è stato trasportato in urgenza al Ca' Foncello con l'elisoccorso

Una foto dal luogo dello schianto (Credit Facebook Ivan Dall'igna)

Un grave scontro frontale tra una Renault Megane bianca ed una fiammante Kawasaki Z900 verde ha caratterizzato la mattinata di Ponte della Priula. Verso le ore 10, infatti, tra via IV Novembre e via Pascoli (nei pressi del supermercato SuperFresco), per motivi ancora al vaglio delle forze dell'ordine, i due mezzi si sono improvvisamente scontrati frontalmente mentre la moto viaggiava in direzione del centro cittadino e l'auto, guidata da B.P. 45enne ​di Santa Lucia di Piave, verso Conegliano. L'impatto è stato importante e le condizioni del centauro, il 54enne G.Z. di Conegliano rimasto comunque sempre cosciente, sono subito apparse molto gravi, tanto che sul posto è dovuto intervenire prima il Suem 118 che lo ha stabilizzato su posto e poi l'elisoccorso che ha successivamente trasportato l'uomo all'ospedale Ca' Foncello di Treviso dove si trova ora ricoverato in gravi condizioni a seguito delle lesioni riportate. Secondo una prima ricostruzione operata dai carabinieri di Susegana e dalla polizia locale, prontamente intervenuti sul posto anche per dirigere il traffico, parrebbe che la berlina stesse svoltando in una laterale quando ha impattato contro la motocicletta, disarcionando così il 54enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento