Si schianta con la moto contro un'auto: morto un centauro trevigiano

L'incidente sabato verso le 11.40 in via Verri a Mareno di Piave. A perdere la vita un motociclista di Vazzola. Inutile ogni tentativo di rianimazione

Cesare Raccanelli (foto da Facebook)

Gravissimo incidente sabato mattina, verso le 11.40, in via Verri a Mareno di Piave, di fronte allo spaccio di merceria e filati Zorzetto e vicino alla palestra locale. A perdere la vita Cesare Raccanelli, padre di due figli e motociclista 53enne di Vazzola che si è schiantato, per motivi ancora da chiarire (forse un sorpasso lungo il rettilineo), con la sua motocicletta Honda Hornet  di colore giallo contro la portiera laterale sinistra di una Peugeot 207 grigia, guidata da L.M. 37enne del posto, in quel momento intenta a svoltare. L'impatto è stato violentissimo, tanto che l'uomo è caduto rovinosamente a terra rimanendo esanime sull'asfalto, mentre la moto ha terminato la sua corsa su un marciapiede a bordo strada. A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione portati in breve tempo dal Suem 118 e dall'elisoccorso, per l'uomo non c'era infatti già più nulla da fare. Sul fatto indaga ora la polizia municipale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento