Per la morte di Nicolò due indagati per omicidio stradale

I genitori dello studente 17enne dell'Itis "Planck" di Lancenigo hanno firmato il nullaosta per la donazione degli organi. La Procura di Treviso vuole far luce sulla dinamica della tragedia

Nicolò Di Giacomo, foto da Facebook

Ha donato gli organi Nicolò Di Giacomo, lo studente 17enne, residente con la famiglia a Casale sul Sile, vittima di un terribile incidente avvenuto alle 8.50 di lunedì mattina, lungo viale Felissent a Treviso, all'altezza dell'Ippodromo. Ieri pomeriggio, martedì, la Procura di Treviso ha dato l'assenso all'espianto dopo aver disposto l'ispezione cadaverica sul corpo del ragazzino. Ora sarà l'inchiesta a dover chiarire l'esatta dinamica dell'incidente costato la vita a Nicolò. Nelle prossime ore il pubblico ministero Barbara Sabattini aprirà il fascicolo di indagine in cui si ipotizza il reato di omicidio stradale in cui a essere iscritti saranno i nomi dei conducenti dei due veicoli coinvolti nella tragedia: il furgone che avrebbe tagliato la strada al ragazzo e il camion che lo ha travolto quando si trovava a terra e rispetto al quale gli inquirenti valuteranno ora la velocità a cui stava percorrendo il tratto in cui è avvenuto il sinistro e se quindi ci fossero margini  per poter evitare Nicolò e salvargli la vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fatto è accaduto alle 8.50 di lunedì mattina, lungo viale Felissent a Treviso all'altezza dell'Ippodromo. Secondo quanto accertato dai primi rilievi compiuti dalla Polizia Locale di Villorba il giovane stava viaggiando in sella alla sua moto da cross quando è stato travolto da un camioncino dopo essere finito sull'asfalto, sbalzato dalla sella della due ruote perché centrato qualche istante prima da un furgone che procedeva in direzione opposta alla sua  e che gli avrebbe tagliato la strada, svoltando improvvisamente a sinistra.  Trasportato d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Nicolò, che era uno studente dell'Itis "Planck" di Lancenigo, era anche un atleta del rugby Dosson.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento