menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto a soli 27 anni in una vasca di liquami: indagati i titolari dell'azienda

Il sostituto procuratore Anna Andreatta ha iscritto nel registro degli indagati, con l'accusa di omicidio colposo, Cristian Dallan e la moglie Letizia Menini

Il sostituto procuratore Anna Andreatta ha iscritto nel registro degli indagati, con l'accusa di omicidio colposo, Cristian Dallan e la moglie Letizia Menini, titolari dell'azienda agricola Dallan di via Cornere ad Altivole. Si tratta di un atto dovuto, visto che quanto emerso finora dalle indagini lascia ancora qualche perplessità sulla morte, alla vigilia di Natale, del 27enne indiano Joseph Pudota Kishore, deceduto dopo essere annegato in una vasca di liquami per salvare alcune anatre che vi erano rimaste intrappolate. Questa perlomeno la versione fornita dai coniugi Dallan, primi a soccorrere il ragazzo e ultimi quindi a vederlo in vita. Una versione che però non convince a pieno il sostituto procuratore, tanto da aver già concesso il nulla osta per l'esame autoptico sul cadavere del giovane. Al momento, come riporta "il Gazzettino", sarebbero comunque da escludere responsabilità di terzi nella morte del 27enne, ma le indagini vertono anche sul controllo del rispetto delle norme di sicurezza aziendali e sui motivi per i quali Joseph si trovasse vicino a quella vasca che gli ha poi tolto la vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento