menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cappella Maggiore: infarto in pizzeria, salvato in extremis

L'uomo 53enne si è sentito male durante una cena con amici, ma grazie al pronto intervento dei presenti e del Suem 118 è riuscito a cavarsela

CAPPELLA MAGGIORE - Era a cena con amici e tutto stava andando tranquillamente quando ha improvvisamente sentito un dolore al petto stramazzando poi a terra quasi esanime. Immediatamente soccorso dai presenti è riuscito a cavarsela, anche se rimane comunque grave.

Protagonista della fortunata vicenda è un 53enne di Castelfranco Emilia, W.D., recatosi mercoledì sera a cenare presso la Pizzeria Tabialà di via Mescolino a Cappella Maggiore. Un improvviso infarto però lo ha colto mentre era intento a mangiare, ma grazie al pronto intervento del personale di sala in continuo contatto con un operatore del Suem 118, è sopravvissuto ad un attacco che poteva costargli la vita. Ora l'uomo si trova ricoverato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso in quanto ancora in gravi condizioni, ma sicuramente una volta dimesso dovrà rendere omaggio a coloro che con grande prontezza di spirito lo hanno rianimato e salvato da morte certa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento