menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Beccati i dipendenti furbetti in ospedale, avevano due impieghi: in tre licenziati

Il trio aveva un impiego anche in altre strutture sociosanitaire. Altre tre persone sono invece state sospese, mentre una donna si è dimessa per evitare provvedimenti disciplinari

TREVISO Due uomini e una donna, tutti stranieri sui cinquanta anni e ora licenziati in tronco dall'ospedale San Camillo di viale Vittorio Veneto a Treviso dopo una ventina d'anni passati presso la struttura sanitaria. Come difatti riporta "la Tribuna", la dirigenza ha scoperto che diversi suoi dipendenti prestavano servizio anche in altre strutture sociosanitarie della Marca, fuori dall'orario di lavoro previsto ma comunque scelta che comporterebbe un grave inadempimento contrattuale, tanto da prevedere mercoledì il licenziamento in tronco di tre infermieri (mentre una donna si è dimessa per tempo onde evitare possibili sanzioni disciplinari per lo stesso motivo), mentre altre tre persone italiane sono state sospese perchè scoperte a timbrare il cartellino ad una collega quando questa si trovava altrove per coprire ulteriori turni di lavoro. I provvedimenti emessi dal San Camillo sono stati però aspramente criticati da coloro che sono stati privati del posto di lavoro, tanto da richiedere l'assistenza di un patronato, ma nonostante ciò in loro sostituzione sono stati chiamati tre giovani immediatamente assunti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento