In fuga dai carabinieri, speronano un'auto in sosta: poi scappano a piedi

E' successo mercoledì pomeriggio, 11 novembre, poco prima delle 17.30. L'inseguimento partito dalle piscine di Santa Bona, è arrivato fino a Castagnole lungo la Feltrina

Volante dei carabinieri (Foto d'archivio)

Mancavano pochi minuti alle 17.30 di mercoledì 11 novembre quando una volante dei carabinieri di Treviso ha notato un'auto sospetta ferma in sosta all'altezza delle piscine di Santa Bona.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", all'interno del veicolo c'erano almeno un paio di persone che, non appena si sono accorti dell'arrivo dei carabinieri, sono partiti a tutta velocità iniziando un inseguimento andato avanti per alcuni chilometri. Nella fuga l'auto è andata a sbattere contro un'altra vettura in sosta ma l'impatto non ha fermato la corsa dei fuggitivi che, braccati dai militari dell'Arma, sono arrivati fino alla zona industriale di Castagnole (frazione di Paese) dove hanno abbandonato l'auto per fuggire a piedi nei campi riuscendo a far perdere le loro tracce. All'interno del veicolo sequestrato, i carabinieri hanno trovato i documenti di alcune persone originarie dell'Est Europa. Restano però da chiarire i motivi che hanno spinto i sospetti a fuggire, dando vita all'inseguimento. L'ipotesi più probabile è che si trattasse di una banda di ladri, per ora ancora a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento