Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Montebelluna: un'auto fugge dai carabinieri e si schianta

Quattro ragazzi a bordo di una Mito sono fuggiti da Trevignano a Montebelluna alla vista dei militari. La fuga è terminata ruote all'aria

MONTEBELLUNA Alla vista dei carabinieri ha premuto l’acceleratore e ha cercato di portare lei e i suoi amici lontano dalle forze dell’ordine. Ne è nato un inseguimento, terminato con uno schianto e conseguentemente una scena muta di fronte agli investigatori che desideravano conoscere il motivo della fuga. Notte "brava" tra Trevignano e Montebelluna a causa di un inseguimento: davanti, una Mito con a bordo quattro persone di vent’anni (una ragazza di Caerano al volante, un giovane veneziano e due montebellunesi originari del Marocco) e dietro la gazzella dei carabinieri.

I militari hanno notato la Mito parcheggiata nel piazzale di un distributore di carburante a Trevignano. Nessuno stava facendo benzina e così, insospettiti, hanno deciso di avvicinarsi. Nemmeno il tempo di raggiungerli che i ragazzi hanno dato gas per dileguarsi. L’inseguimento è partito subito per terminare a Montebelluna, in località Caonada, dopo che l’utilitaria è finita ruote all’aria. Affrontando una curva, infatti, la ragazza al volante ha perso il controllo del veicolo che dopo essere piombato contro una colonnina dell’Enel si è ribaltato. Nessuna ferita grave per i ragazzi, che sono stati trasportati all’ospedale dove sono anche stati sottoposti agli esami del sangue, tutti con esito negativo.

Nessuna parola ancora per spiegare quella fuga improvvisa da parte dei quattro. I carabinieri hanno elevato alcune contravvenzioni alla conducente del veicolo e nei prossimi giorni ulteriori indagini serviranno a cercare di comprendere meglio quali fossero le intenzioni del gruppetto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montebelluna: un'auto fugge dai carabinieri e si schianta

TrevisoToday è in caricamento