rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca

Treviso investe sul verde pubblico: da lunedì lavori in tutta la città

Sono oltre cinquecentomila gli euro stanziati dal Comune per la cura e la sistemazione del verde pubblico in città. Una cifra da record. Lunedì 22 gennaio il via ai lavori con una speciale potatura

TREVISO L’amministrazione comunale di Treviso ha deciso di stanziare nelle scorse ore cospicue risorse per la manutenzione e qualificazione del verde cittadino e, perfezionati gli atti di gara, ha annunciato che inizieranno a breve i lavori a carico del patrimonio arboreo pubblico.

Complessivamente, l’importo stanziato è di ben 566.346,00 euro IVA compresa, una cifra mai messa a disposizione del patrimonio verde cittadino in tempi recenti, che testimonia un impegno concreto dell’Amministrazione nella gestione e valorizzazione del verde cittadino. Gli interventi verranno cantierati in risposta ai bisogni emersi negli ultimi tempi (si ricordino i danni arrecati dalle trombe d’aria estive), per migliorare lo standard qualitativo di fruibilità del verde pubblico, e anche con l’obiettivo di incrementare la dotazione di verde ripristinando ed integrando la dotazione arborea lungo le strade e nei parchi con nuovi impianti di alberi e arbusti già ordinati dall’Assessore Gazzola. La città è stata suddivisa in due ambiti territoriali, la Zona 1 comprendente i Quartieri A e C (Centro storico - Monigo - Santa Bona - San Paolo - San Liberale - San Pelajo) e la Zona 2, comprendente i Quartieri B, D ed E (Santa Maria di Rovere - Fiera - Selvana - San Giuseppe - Sant'Angelo - Canizzano  - San Zeno - San Lazzaro - Sant'Antonino). Alla zona 1 sono stati assegnati 298.000,00 euro, alla Zona 2 invece 268.000,00 euro (nel 2015, per l’intera città, erano stati stanziati 233.000,00 euro). L’obiettivo di questa divisione è procedere celermente, affidando i lavori alle due ditte affidatarie che lavorino in parallelo per l’esecuzione di interventi sia nel centro storico che nelle periferie. Le due ditte che eseguiranno i lavori, Cooperativa Sociale Nonsoloverde di Marghera per la Zona 1 e Cooperativa Sociale Aladino di Mirano per la Zona 2, saranno vincolate alla presenza in cantiere di operatori in possesso di Certificazione europea (ETW, European Tree Worker) a garanzia della qualità della prestazione e con l’obiettivo di adottare, sempre, le migliori soluzioni a tutela dell’albero.

Simbolicamente, il nuovo appalto prenderà avvio lunedì 22 gennaio con un intervento, eseguito in tree climbing (la potatura molto scenografica eseguita con le funi, che permette di accedere alle porzioni più interne della chioma), a carico del Platano di Riva Comisso: il maestoso albero radicato in prossimità del Ponte San Francesco, proprio di fronte alla targa commemorativa posta dal Comune nel 1970 che ricorda ai passanti la nascita dello scrittore in questa contrada il 3 ottobre 1895. La pianta, su cui pende un decreto di condanna a morte a causa di una estesa cavità nella porzione basale, in parte riempita con cemento, verrà ridotta nelle sue dimensioni ed alleggerita in peso con l’obiettivo di aumentarne il fattore di sicurezza e mantenerla in sito ancora il più a lungo possibile. “E’ un segnale concreto che l’Amministrazione Comunale si impegna essa stessa a curare e preservare il verde cittadino, nello spirito del Regolamento per la tutela del Verde Pubblico e Privato che verrà approvato in Consiglio Comunale il 24 gennaio”, dice il Sindaco Giovanni Manildo. Il cantiere verrà seguito personalmente dal direttore di lavori Paolo Pietrobon, dottore forestale, il quale è disponibile a rispondere ai quesiti della cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso investe sul verde pubblico: da lunedì lavori in tutta la città

TrevisoToday è in caricamento