Stufa difettosa, 32enne intossicato nel sonno: è in condizioni gravissime

Sabato mattina, 9 gennaio, intervento di carabinieri, vigili del fuoco e ambulanza in un'abitazione di Via Grande nella frazione di Rovarè a San Biagio di Callalta

L'ospedale di Treviso

Sabato mattina, 9 gennaio, i carabinieri di Roncade sono intervenuti in una casa di via Grande nella frazione di Rovarè a San Biagio di Callalta per soccorrere un uomo intossicato dal monossido di carabonio.

Si tratta del 32enne Y. B., originario del Togo, colto da malore a seguito dell'intossicazione provocata dalla fuoriuscita del gas contenuto all'interno di una stufetta posizionata all'interno della camera da letto. Il 32enne è stato trovato privo di sensi, sdraiato sul letto, dal fratello Y. M., 46 anni anche lui originario del Togo, rientrato a casa dopo il turno di lavoro. Ricoverato al Ca' Foncello di Treviso per le prime cure del caso (camera iperbarica), il 32enne è in pericolo di vita. Sul posto, oltre ai militari dell'Arma e al Suem 118, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Treviso per verifiche e accertamenti sulla stufa che ha causato l'incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento