rotate-mobile
Cronaca Montebelluna / Via Schiavonesca

Ruba 50 euro e inventa una rapina: "Non arrivo a fine mese"

Furto con recita a Montebelluna. Un'addetta alle pulizie dell'Ats ha raccontato di essere stata rapinata per coprire un furto di 50 euro. Ai Carabinieri ha spiegato di essere sul lastrico

Per pagare il mutuo e le bollette, un'addetta alle pulizie dell'Ats di Montebelluna ha messo a segno un furto negli spogliatoi dell'azienda e lo ha poi coperto inventando un'aggressione. E ora è stata denunciata per simulazione di reato.

Lo scorso 10 marzo la donna, una quarantaseienne di Montebelluna, aveva raccontato a colleghi e titolari di aver sorpreso negli spogliatoi una zingara e di aver tentato di bloccarla, venendo poi colpita allo stomaco.

L'addetta alle pulizie aveva anche fornito una descrizione dettagliata della ladra, traendo ispirazione da una nomade di sua conoscenza, ed era quindi partita la denuncia ai Carabinieri, che avevano diramato le ricerche.

Della zingara, però, nessuna traccia. L'addetta alle pulizie è stata smascherata dalle telecamere installate nella zona, che al momento della fantomatica rapina non avevano ripreso nessuno in fuga.

Messa alle strette, la quarantaseienne ha raccontato la verità, per poi svenire in preda a un malore. La donna, che dal furto aveva ricavato appena 50 euro, ha spiegato ai militari di non riuscire ad arrivare a fine mese e di non avere i soldi necessari per pagare mutuo e bollette.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba 50 euro e inventa una rapina: "Non arrivo a fine mese"

TrevisoToday è in caricamento