menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede della "Gasparini"

La sede della "Gasparini"

Ladri alla "Gasparini" di Istrana: sparito rame, acciaio, bronzo e alluminio

I malviventi sono penetrati nell'edificio dopo aver scassinato una delle porte d'ingresso che si trova sul retro e non era dotata di sistema d'allarme anti-intrusione

Ladri in azione durante lo scorso week end all'interno della "Gasparini industries" di via Filzi ad Istrana. Ignoti sono entrati all'interno dell'azienda, probabilmente nella notte tra domenica e lunedì e hanno trafugato vari quintali di metalli vari: scarti, cavi e lastre di bronzo, rame, alluminio per un valore di alcune migliaia di euro. I malviventi sono penetrati nell'edificio dopo aver scassinato una delle porte d'ingresso che si trova sul retro e non era dotata di sistema d'allarme anti-intrusione.

Il bilancio per l'azienda trevigiana non sarebbe fortunatamente grave. «Sono entrati da una porta non allarmata -spiegano dalla "Gasparini"- i ladri hanno preso solo cavi e altra ferraglia, niente di eclatante. Durante il fine settimana ci trovavamo a Milano per partecipare ad una fiera e abbiamo scoperto il furto solo ieri mattina. I furti di questo tipo purtroppo succedono: certamente i ladri hanno agito dopo sabato sera perchè alcuni dipendenti hanno lasciato le macchine aziendali».

La notizia del furto di qualche giorno fa è passato quasi in secondo piano per la dirigenza della storica azienda di Istrana che di recente ha siglato un importante accordo con l'azienda torinese "Prima Industrie". La collaborazione porterà alla "Gasparini" importanti commesse per la produzione di macchinari come le presse con cui l'azienda piemontese amplierà la sua gamma di prodotti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento