menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta di Forza Nuova (Facebook)

La protesta di Forza Nuova (Facebook)

Kyenge consegna la cittadinanza, contestazione di Forza Nuova

Venerdì il movimento ha messo in atto una protesta aprendo uno striscione contestando l'iniziativa di consegnare gli attestati

TREVISO - La segreteria provinciale di Forza Nuova, come aveva annunciato, venerdì pomeriggio ha messo in piedi una contestazione in piazza delle Istituzioni, all'esterno dell'Auditorium Appiani di Treviso, nei confronti dell'ex ministro e neo europarlamentare Cécile Kyenge e del sindaco Giovanni Manildo.  "Invece di pensare ai problemi della comunità - dichiarano dal movimento - Manildo si diverte a regalare pezzi di carta privi di valore simbolico e legale".

I militanti presenti hanno aperto uno striscione con scritto: “Regalate false speranze. Kyenge e Manildo razzisti” e distribuito centinaia di volantini ai presenti. “Come abbiamo più volte ribadito – commenta Davide Visentin, coordinatore provinciale di Forza Nuova -, non sarà mai un freddo pezzo di carta a determinare l'Italianità di un individuo. Concetti quali la storia, le tradizioni, la lingua, la religione sono determinanti per legare nei secoli una comunità. I motivi per cui tanti partiti, su tutti il PD, vogliono concedere migliaia di cittadinanze ai cittadini stranieri, sono soprattutto tre: 1) Assestare il colpo finale a quanto ancora permane della nostra Identità Nazionale e Cattolica, dissolvendola nell’indefinitezza del caos. 2) Concedere il «diritto di voto» facilmente, per accrescere il proprio consenso. 3) Rimediare al calo demografico ed all’invecchiamento della popolazione creando dal nulla <<nuovi italiani>>, ossia soggetti decisamente privi di qualsiasi legame con quei caratteri identitari (cultura, religiosità, usanze) che nei millenni hanno concorso a dare forma compiuta alla nostra Nazione".

"Invitiamo il signor Sindaco – conclude Visentin - ad evitare di organizzare nel futuro queste carnevalate fuori stagione ridicole e costose e soprattutto di invitare la signora Kyenge, venuta appositamente a regalare finte cittadinanze italiane, quando, ironia della sorte, lei stessa non è italiana".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento