rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Casale sul Sile

La moglie morì d'infarto: il marito e i compaesani donano 4 defibrillatori al Comune

Daniela Zuin morì per i postumi di un infarto, oggi però il marito Riccardo Zanchetta la ricorda grazie alla solidarietà dei cittadini di Casale sul Sile

Ben 12mila euro per acquistare quattro defibrillatori e altrettante teche protettive: questo quanto raccolto in meno di un anno dal comitato "Un dono alla vita" di Casale sul Sile. Era infatti la primavera scorsa quando la 56enne trevigiana Daniela Zuin morì a causa dei postumi di un improvviso infarto che la colpì all'interno di un bar. Mesi dopo il marito, Riccardo Zanchetta, ha voluto ricordare la moglie e al contempo trarre qualcosa di positivo da quella brutta esperienza. Grazie infatti alla solidarietà dei cittadini di Casale, è stato possibile acquistare, come riportano i quotidiani locali, diversi defibrillatori che verranno ora installati in punti focali del paese come: l'esterno della scuola media, della parrocchia e delle farmacie di Conscio e Lughignano. Non solo privati però nella raccolta fondi, ma anche la Parrocchia di Casale, la Coop di Conscio, il Gruppo San Martino di Lughignano, Centro Marca Banca e Assitre Assicurazioni. A prendersi cura della manutenzione degli apparecchi, per i prossimi quattro anni, sarà invece il Comune.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La moglie morì d'infarto: il marito e i compaesani donano 4 defibrillatori al Comune

TrevisoToday è in caricamento