rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Inseguimento sul Put a Treviso dopo il furto, picchiano i poliziotti

Sono finiti in manette tre albanesi per resistenza, lesioni e ricettazione. All'interno dell'auto rinvenuto anche uno strano contratto d'affitto

Si aggiravano lungo il Put all’altezza di porta Carlo Alberto alle due e mezza passate di notte, erano in tre a bordo di una Pegeout 206 e alla vista di una volante si sono dati alla fuga. Ma l’inseguimento non è durato per molto perché sono stati fermati all’altezza di via San Bartolomeo e sono stati arrestati nonostante abbiamo tentato la rissa con gli agenti, rimasti feriti alle mani.

Uno dei tre ha tentato di darsela a gambe ma la pattuglia di supporto l’ha bloccato. all’interno dell’auto sono stati rinvenuti alcuni attrezzi da scasso come due cacciaviti, un coltellino e una pinza. I malviventi avevano gettato dal finestrino pochi metri più indietro un sacchetto di nylon, al cui interno c’erano circa 60 grammi di monili in oro probabilmente rubati poco prima.

SERIE DI FURTI ALLA SECH, DANNI PER 100 MILA EURO

Dalla perquisizione del veicolo è spuntato, inoltre, un contratto d’affitto. Gli agenti si sono recati nell’abitazione nelle vicinanze, al cui interno dormivano tre albanesi non in regola con il permesso di soggiorno, uno dei quali già precedentemente espulso dal territorio nazionale e quindi tratto in arresto.

Gli altri tre, invece, di nazionalità albanese, sono finiti in manette per resistenza, lesioni e ricettazione.  Si tratta di un 20enne, N.B., un 22enne, K.R. e un 39enne, L.T., che al momento si trovano in carcere in attesa del giudizio per direttissima in programma per giovedì. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento sul Put a Treviso dopo il furto, picchiano i poliziotti

TrevisoToday è in caricamento