Cronaca

Ladri in trasferta alloggiavano nel B&B, scoperti dai carabinieri

Indagine dei carabinieri della stazione di Montebelluna. Nei guai tre giovani rumeni di 24, 26 e 32 anni. Il furto risale allo scorso 19 febbraio ed era avvenuto nell’abitazione di una coppia di 80enni

Utilizzavano un B&B del centro di Treviso, in via Diaz (ovviamente all'insaputa del titolare), come base logistica per mettere a segno furti in casa. Questo quanto hanno scoperto i carabinieri della stazione di Montebelluna che nei giorni scorsi hanno denunciato tre giovani "topi d'appartamento" in trasferta per i reati di furto in abitazione ed indebito utilizzo di carte di credito in concorso. Si tratta di tre romeni, due uomini e una donna, rispettivamente, di 24, 26 e 32 anni, di cui uno già attualmente in carcere per altri motivi, tutti con precedenti e senza fissa dimora.

Le indagini hanno permesso di raccogliere fondati elementi di reità a carico dei tre in relazione a un furto commesso lo scorso 19 febbraio nell’abitazione di una coppia di 80enni di Montebelluna. A seguito del colpo la banda aveva utilizzato le carte di credito trafugate ai malcapitati per effettuare acquisti in diversi esercizi commerciali della zona nonché svariati prelievi presso sportelli bancari automatici della provincia di Treviso per l’ammontare complessivo di circa 5mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri in trasferta alloggiavano nel B&B, scoperti dai carabinieri

TrevisoToday è in caricamento