menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto i carabinieri di Sacile

In foto i carabinieri di Sacile

Evade dai domiciliari e usa un passaporto falso: ladro in manette

Emanuel Lika, 31enne albanese, è stato arrestato. Specializzato in furti con la tecnica del foro sugli infissi, era stato condannato a 6 anni di reclusione dal tribunale di Treviso

I carabinieri del Norm di Sacile (aliquota radiomobile e aliquota operativa in operazione congiunta) nei giorni scorsi hanno localizzato e arrestato Emanuel Lika, 31enne albanese già evaso dagli arresti domiciliari ad Aviano dove si trovava dal giugno del 2014.

Il pregiudicato doveva scontrare una pena complessiva di circa 6 anni di reclusione dopo il provvedimento emesso dal tribunale di Treviso per reati contro il patrimonio (era specializzato nei furti in abitazione con la tecnica del foro sugli infissi), ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e altro. Da giorni era stato individuato dai carabinieri di Sacile che, lo scorso 27 giugno, hanno fornito ai militari dell’aliquota radiomobile le giuste coordinate per catturarlo. Nell'ambito di un'inaugurazione in località Tamai di Brugnera (in provincia di Pordenone) dov'erano presenti numerosi cittadini di origine albanese, il 31enne è stato visto allontanarsi a bordo di una Mercedes scura con altri connazionali ma è stato fermato e immobilizzato poco dopo dai militari ai quali ha mostrato un passaporto falso con il cognome della moglie (legittimamente acquisito secondo le leggi albanesi). Il successivo fotosegnalamento e gli accertamenti sull'autenticità del passaporto hanno consentito di identificarlo e trarlo in arresto. Sconterà la pena nel carcere di Udine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento