Latitante senegalese rintracciato dalla polizia a Treviso: vendeva merce falsa a Napoli

Si tratta di un 57enne che era stato colpito da un ordine di cattura della Procura di Salerno dopo che si era sottratto ad una pena detentiva di tre mesi in carcere

TREVISO Nell’ambito di un’attività di repressione finalizzata alla cattura sul territorio di latitanti, il personale della Squadra Mobile ha rintracciato nelle ultime ore Y.D., senegalese di 57 anni, il quale è risultato colpito da un ordine di cattura emesso dall’A.G. di Salerno alla pena detentiva di 3 mesi perché contravventore alla normativa sui diritti d’autore. L'uomo, in particolare, è risultato essere stato al centro di un vasto traffico di merce contraffatta che smerciava nelle zone limitrofe al comune di Napoli dove aveva vissuto fino a poco tempo fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento