menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Montello: privato sistema i danni provocati dalla frana, modifiche alla viabilità

Per cinque giorni, salvo maltempo, cambia la viabilità in via del Montello, teatro anni fa di uno smottamento. Traffico a senso unico fino allo svincolo con la Feltrina

MONTEBELLUNA Muta temporaneamente la viabilità nel collegamento tra il centro di Montebelluna e la frazione di Biadene. Se le condizioni meteo saranno buone, a partire da lunedì 6 novembre e fino a venerdì 10 novembre dalle 8.30 alle 17.00 (eccetto mercoledì 8 novembre quando sarà in vigore solo nel pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00) verrà istituito il senso unico in direzione sud-nord nel tratto che va dal civico 94 di Via Montello fino all'intersezione con lo svincolo di immissione su via Feltrina Nuova.

La modifica della viabilità si è resa necessaria per permettere al privato di sistemare un'area di sua proprietà che un paio di anni fa era franata. L'introduzione del senso unico per chi proviene dal centro di Montebelluna e si dirige verso Biadene comporterà una deviazione per chi procede in senso opposto da nord verso sud. Chi da Biadene intende raggiungere il centro dovrà pertanto svoltare a sinistra verso la rotatoria delle Crozzole a sinistra, o, in alternativa, qualche decina di metri dopo, troverà una barriera con l’obbligo di svoltare a sinistra allo svincolo di immissione su Via Feltrina Nuova per poi raggiungere la parte orientale del centro cittadino. Il senso unico da nord a sud comporterà anche l'obbligo di svolta a sinistra per i veicoli che si immettono su via Montello da Vicolo Boccacavalla; inoltre, per chi proviene da Feltre, sarà chiusa anche l’immissione dalla Feltrina su via Montello con obbligo di proseguire verso la Chiesa delle Crozzole.

Spiega l'assessore ai lavori pubblici, Michele Toaldo: “Ci scusamo con i cittadini per gli eventuali disagi a cui sarà esposto chi proviene da Biadene e deve andare a Montebelluna ma il disagio è il prezzo che si deve pagare per consentire al privato di mettere in sicurezza la scarpata e quindi salvaguardare pedoni, ciclisti e automobilisti da rischi che potrebbeero essere determinati da eventi atomosferici eccezionali. Per rendere il traffico più scorrevole e limitare le criticità sarà presente la Polizia locale negli orari di punta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento