Il sindaco di Sernaglia: "Carceri piene? Raccolgano rifiuti"

Linea dura per Sonia Fregolent che scrive una lettera al presidente della Repubblica: "Chi sbaglia paghi anche se le carceri sono sovraffollate"

Dubbi e perplessità per il sindaco di Sernaglia Sonia Fregolent. Dopo il messaggio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, sulle carceri, il primo cittadino di Sernaglia invia una lettera aperta: “Ascolto, basita e incredula, quelli che dovrebbero essere i rappresentanti dello Stato che propongono amnistie, indulti, asili politici e mi chiedo: «Sono io che non riesco più a comprendere in quale direzione questo Paese sta andando oppure sono loro che vanno alla rovescia?»”.

La pena, che è la conseguenza giuridica di un reato, dev’essere sicuramente rieducativa ma, prima di tutto, dev’essere certa, determinata e punitiva per il male provocato dal colpevole con la propria azione illecita, sottolinea Fregolent.

“Chi si trova in carcere, nella maggior parte dei casi ha commesso un reato. Non è lì perché si è comportato da buon samaritano ma perché ha tenuto un comportamento a cui l’ordinamento italiano, riconoscendolo antigiuridico, ricollega una sanzione penale. Per quale motivo la gente non dovrebbe rubare, truffare, rapinare se tanto poi interviene un’amnistia o un indulto? Come può la gente sentirsi sicura per le strade, nelle proprie case se coloro che derubano, picchiano, rapinano hanno più diritti della gente onesta? Mi chiedo e vi chiedo con quale coraggio i nostri politicanti potranno guardare negli occhi quell’anziano derubato per strada, quella famiglia rapinata in casa e dirgli: “è ingiusto che questi detenuti stiano in carcere perché non hanno abbastanza spazio”, scrive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Linea dura per Sonia Fregolent: “Chi sbaglia deve pagare anche se le carceri sono sovraffollate. Rimandiamo al suo paese lo straniero che delinque concludiamo la realizzazione di quelle carceri finanziate con soldi pubblici, i cui lavori non sono mai stati terminati o sono inutilizzate, avvaliamoci dei detenuti per pulire e raccogliere rifiuti. Esisteva una volta il concetto di certezza della pena, oggi invece ci sono tanti politici romani scollegati dalla realtà quotidiana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento