rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Tamponi non pagati: decine di lettere inviate per errore dall'Ulss 2

Problema di comunicazione tra il Dipartimento prevenzione e l'Ufficio Bilancio: circa 250 trevigiani si sono visti recapitare a casa le cartelle di mancato pagamento. Il dg Benazzi: «Rimborseremo tutti»

Tamponi Covid non pagati: è caos lettere per l'Ulss 2 Marca Trevigiana: ormai da alcuni giorni, infatti, decine di residenti nella Marca si sono visti recapitare a casa un avviso di mancato pagamento per i test fatti nei Covid point della provincia.

 WhatsApp Image 2022-08-09 at 17.17.32-2

Telefonando al numero riportato nelle cartelle, molti cittadini hanno però scoperto che si trattava di un problema tecnico che ha fatto partire le lettere per errore. Molti altri trevigiani, invece, sono corsi a pagare l'importo indicato e ora dovranno essere rimborsati. Sulla vicenda è intervenuto il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi: «Confermo che c'è stato un problema di comunicazione tra il nostro Ufficio Bilancio e il Dipartimento di Prevenzione. Gli avvisi riguardano però solo i titolari di aziende convenzionate che avevano chiesto i tamponi per i loro dipendenti, non i privati cittadini che ogni giorno si sottopongono ai tamponi. Si tratta di circa 250 lettere inviate per errore, molti meno invece i rimborsi che dovremmo fare per chi ha pagato la somma indicata per errore. Rimborseremo tutti nei prossimi giorni» assicura il direttore generale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi non pagati: decine di lettere inviate per errore dall'Ulss 2

TrevisoToday è in caricamento