menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donatore compatibile non rintracciabile: 42enne muore di leucemia

Si è spento venerdì sera lo chef di Tezze in attesa del trapianto con l'unico midollo a lui compatibile. Potenziale donatore un 22enne residente in Germania irreperibile

VAZZOLA Non ce l'ha fatta Loris Bertoli, venerdì sera al policlinico universitario di Verona si è spento lo chef di Tezze che dal 2014 combatteva una forma di leucemia molto forte, unica sua speranza di salvezza il trapianto di midollo osseo. Due i tentativi di operazione con il midollo donato dal fratello Sandro, entrambi però non avevano avuto esiti positivi Dalla banca dati così si era andati in cerca di un donatore esterno compatibile, risultato trovato quello di un 22enne residente in Germania.

Da quanto riportano i maggiori quotidiani locali i recapiti registrati dal potenziale donatore risultavano però irreperibili, da lì gli appelli invani, da parte della moglie dello chef di Tezze, per il ritrovamento dell'unica persona che avrebbe potuto salvare la vita al marito. La malattia però ha avuto la meglio. Loris Bertoli oltre alla moglie lascia i figli Rossella e Alberto di 12 e 10 anni, i funerali saranno celebrati mercoledì a Cavasso Nuovo, Pordenone, città nativa dell'uomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento