Licenziamento collettivo Fedex-Tnt: incontro con unità di crisi in Regione

"Chiediamo che vi sia il ritiro della procedura di licenziamento collettivo e che si apra un confronto con i lavoratori circa un modello organizzativo aziendale sostenibile"

TREVISO L’unità di crisi della Regione Veneto ha incontrato le rappresentanze sindacali di Fedex-Tnt e del comparto logistica in merito alla procedura di licenziamento collettivo avviata dal gruppo in ambito nazionale per 360 lavoratori, di cui 50 nelle filiali di Padova, Treviso e Verona, con forti ripercussioni anche per i lavoratori indiretti.  Il gruppo Fedex-Tnt in Italia conta 7 mila lavoratori, tra diretti e indiretti, di cui alcune centinaia anche in Veneto.

La procedura di licenziamento collettivo si inserisce in un progetto più ampio avviato da Fedex-Tnt di riorganizzazione e razionalizzazione delle proprie strutture aziendali. Le organizzazioni sindacali hanno espresso grande preoccupazione rispetto a tale disegno, che sarebbe orientato soprattutto ad una precarizzazione dei rapporti di lavoro. Tale modello di riorganizzazione, inoltre, non risponderebbe ad una situazione di crisi, ma ad una operazione di mero aumento di profitto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei prossimi giorni proseguiranno i confronti in ambito nazionale con i rappresentanti dell’azienda e dei sindacati e con il Ministero per lo Sviluppo economico: l’incontro con la struttura di crisi del Mise è in programma giovedì 7 giugno. “Condividiamo le preoccupazione espresse dalle organizzazioni  sindacali – dichiara l’assessore al lavoro della Regione Veneto – e chiediamo che vi sia il ritiro della procedura di licenziamento collettivo e che si apra un confronto con i lavoratori circa un modello organizzativo aziendale sostenibile, che garantisca una occupazione stabile e tutelata. Esprimeremo la nostra posizione al Ministero – prosegue l’assessore – che ringrazio già da ora per l’intervento di mediazione e il lavoro che potrà svolgere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento