rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Enel, attrezzature all'avanguardia per l'ispezione delle linee

La compagnia di distribuzione dei energia elettrica effettuerà delle verifche sullo stato della rete, in Provincia di Treviso, con telecamere ad alta risoluzione e raggi x

Telecamere ad elevata risoluzione, sistema gps, stazione di elaborazione dati: Enel Distribuzione si dota di un super equipaggiamento tecnologico per verificare lo stato di salute delle proprie linee elettriche in provincia di Treviso.

L'elicottero di Enel prenderà il volo giovedì 30 maggio. L'occhio tecnologico punterà il proprio sguardo sui diversi componenti delle linee elettriche - conduttori, isolatori, trasformatori su palo - e le aree circostanti per individuare tutte le situazioni che potrebbero pregiudicare la regolarità del funzionamento della rete.

"La qualità del servizio è l'obiettivo che guida quotidianamente il lavoro delle donne e degli uomini di Enel Distribuzione - sottolinea Roberto Ruggiano, responsabile Enel Distribuzione Triveneto - In Veneto gestiamo una rete estremamente complessa, lunga quasi 84.000 chilometri, ovvero più di due volte la circonferenza del pianeta. Anche grazie all'utilizzo di sistemi innovativi come le ispezioni aeree puntiamo a mantenere un livello di servizio in linea con i migliori standard europei ma soprattutto adeguato alle attuali esigenze di cittadini a e aziende".

Fino al 20 giugno prossimo, Enel Distribuzione ispezionerà circa 750 chilometri di linee elettriche aeree a media tensione della provincia di Treviso, con l'obiettivo di monitorarne le condizioni e prevenire eventuali guasti attraverso le opportune attività di manutenzioni che si riveleranno necessarie.

Saranno interessati i Comuni di Arcade, Breda di Piave, Carbonera, Cessalto, Cison di Valmarino, Codognè, Conegliano, Farra di Soligo, Follina, Fregona, Gaiarine, Godega di SAnt'Urbano, Mareno di Piave, Maserada sul Piave, Miane, Nervesa della Battaglia, Paese, Pieve di Soligo, Ponzano Veneto, Quinto di Treviso, Revine Lago, San Biagio di Callalta, San Fior, San Pietro di Feletto, San Vendemiano, Sarmede, Sernaglia della Battaglia, Spresiano, Susegana, Treviso, Vazzola, Villorba, Zero Branco.

L'operazione, che si protrarrà per circa venti giorni, consiste nel sorvolo a bassa quota delle linee al fine di consentire la rilevazione visiva di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti. L'intervento viene realizzato con le linee elettriche in tensione, senza ricorrere ad alcuna interruzione del servizio e, di conseguenza, senza arrecare alcun disagio alla clientela.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel, attrezzature all'avanguardia per l'ispezione delle linee

TrevisoToday è in caricamento