Cronaca Santa Maria del Rovere / Piazza Martiri di Belfiore

Offese e insulti durante il film: al cinema arriva la polizia

Pomeriggio movimentato, domenica 13 gennaio, al cinema Edera di Treviso. Un litigio tra due spettatori durante il film su Van Gogh ha costretto le forze dell'ordine a intervenire

«Signora, la smetta di fare rumore». E' iniziato con questa frase un acceso litigio tra spettatori che ha movimento il pomeriggio di domenica 13 gennaio nello storico cinema Edera in piazza Martiri di Belfiore.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso" tutto ha avuto inizio durante la proiezione delle ore 15.30 dedicata al film su Vincent Van Gogh. La sala era gremita di spettatori ma due di loro hanno dato vita a un acceso diverbio che ha rischiato di rovinare a tutti gli altri presenti la visione del film. Un signore di mezza età, quando le luci si sono spente, non ha più tollerato il comportamento della sua vicina di sedia che, a suo dire, continuava a parlare e a far rumore disturbando la visione del film. Esasperato l'uomo si è messo a urlare contro la donna mentre la pellicola continuava a essere proiettata nell'incredulità generale. La signora rumorosa, evidentemente offesa dalle parole del suo vicino, ha pensato di avvisare le forze dell'ordine e così, quando si sono accese le luci tra primo e secondo tempo, al cinema Edera sono entrati due poliziotti che hanno portato via dalla sala lo spettatore che aveva dato inizio al litigio. L'uomo ha seguito gli agenti non senza qualche protesta. L'intervento delle forze dell'ordine ha allungato di qualche minuto l'intervallo del film ma alla fine la situazione è tornata alla normalità e la proiezione si è conclusa senza altri intoppi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Offese e insulti durante il film: al cinema arriva la polizia

TrevisoToday è in caricamento